Scuola, ricostruzione carriera: gli anni da precari vanno riconosciuti, la sentenza
Scuola, ricostruzione carriera: gli anni da precari vanno riconosciuti, la sentenza

Diritti dei precari della scuola calpestati dal Miur: il tribunale lo ripete ancora una volta con la sentenza n. 2154/2017 (Tribunale di Roma) che ai fini della ricostruzione carriera del personale scolastico, ribadisce il diritto al riconoscimento integrale degli anni in cui si è prestato servizio come precari. Inoltre, accerta pure il diritto del personale scolastico non di ruolo a ricevere la medesima retribuzione del personale di ruolo.
Precari scuola, approvato l’ODG Puglisi: l’impegno del Governo per le assunzioni

Miur, i diritti dei precari della scuola calpestati, lo dice il tribunale

Il Miur ha calpestato (e lo continua a fare) i precari della scuola. Il Giudice del Lavoro di Roma, infatti, aderendo all’orientamento della Corte di Cassazione ha accolto il ricorso presentato da un Collaboratore Scolastico, condannando il MIUR ad effettuare la ricostruzione carriera del ricorrente in ossequio alla normativa comunitaria e, conseguentemente, ad inquadrare quest’ultimo nella maggiore fascia stipendiale e versargli una somma pari ad Euro 13.775,93 a titolo di arretrati e differenze retributive. Il ricorso è stato seguito dall’Avv. Naso per la UIL Scuola.
Scuola, assunzioni precari: quali soluzioni in arrivo dal ministro Fedeli?
Valeria Fedeli: ‘La legge 107 ha consentito di ridurre il precariato della scuola’
Puoi seguire tutti i nostri articoli e aggiornamenti dalla nostra pagina Facebook.

Potrebbe interessarti:  Precari con 36 mesi di servizio: concorso riservato o fase transitoria