Ultime notizie scuola, mercoledì 15 marzo 2017: la ministra Fedeli in TV alla trasmissione 'Dimartedì'.

Il ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, è intervenuta ieri nel corso del programma ‘Di Martedì’ condotto da Giovanni Floris: ‘Tutto il percorso scolastico, primo, secondo grado, fino all’università deve insegnare le competenze, il sapere, ma anche introdurre innovazioni con il mondo che cambia. Noi abbiamo dei ritardi all’interno del nostro sistema scolastico che vanno rapidamente recuperati. In questi due mesi, due mesi e mezzo ho potuto verificare come non siano stati coinvolti tutti i soggetti, che poi un’innovazione, una riforma la devono attuare, è molto importante confrontarsi.’

Ultime notizie scuola, mercoledì 15 marzo 2017: ministro Fedeli ‘Tutte le procedure entro la prima quindicina di agosto’

Il Ministro Fedeli ha affrontato anche la questione riguardante la mobilità, tema ampiamente discusso anche sul piano mediatico vista la continua ‘giostra dei docenti’ e le cattedre vuote specialmente al nord.
Valeria Fedeli ritiene che “lo scorso anno sia stata un’eccezione”, perché sono state messe in “mobilità 250 mila persone. L’impegno che mi sono presa è che dobbiamo iniziare l’anno con tutti gli insegnanti al loro posto e non ci dovranno essere cambiamenti ad ottobre o novembre, perchè i ragazzi hanno bisogno di avere il loro docente in classe. Il tema vero è che tutte le procedure di assegnamento devono essere fatte entro il mese di luglio, massimo i primi 15 giorni di agosto”.

Mobilità, oggi 15 marzo nuovo vertice Miur-sindacati

Intanto, però, ci troviamo a metà marzo con le operazioni di mobilità 2017/2018 ancora in attesa di essere avviate e con la questione riguardante la chiamata diretta in alto mare o quasi. L’ottimismo dell’onorevole Fedeli sembra essere parente del suo predecessore. Vedremo se dall’incontro in programma quest’oggi tra i vertici ministeriali e i sindacati potranno arrivare importanti spiragli per lo sblocco delle operazioni relative alla mobilità docenti 2017/2018.