Ultime notizie scuola, giovedì 16 marzo 2017: il nuovo concorso a cattedra 2018 secondo lo schema della riforma reclutamento.

Vi abbiamo già riferito ieri in merito alle novità relative alla fase transitoria per i docenti abilitati e per i docenti che hanno superato i tre anni di servizio. Come riportato da Orizzonte Scuola, sono state date indicazioni anche in merito al prossimo concorso a cattedra che si svolgerà nel 2018.

Si prevede che i partecipanti alla nuova selezione nazionale possano superare quota 250mila per un numero complessivo di circa ventimila posti messi a disposizione.

Concorso a cattedra 2018: ecco cosa prevede lo schema della riforma reclutamento

Il concorso prevede tre prove di esame: due scritti, a carattere nazionale, e una prova orale. Per i candidati che parteciperanno al concorso su contingenti di posti di sostegno è prevista una ulteriore prova scritta aggiuntiva a carattere nazionale.
La prima prova scritta valuterà il grado delle conoscenze del candidato su una specifica disciplina, scelta dall’aspirante tra quelle afferenti alla classe di concorso. La seconda prova scritta avrà lo scopo di valutare il candidato sul grado di conoscenza in merito alle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche. La prova orale comprenderà la prova pratica ove gli insegnamenti lo richiedano e consiste in un colloquio che servirà a valutare le conoscenze del candidato in tutte le discipline facenti parte la classe di concorso, oltre al grado di conoscenza di una lingua straniera europea e il possesso di abilità informatiche di base. L’accesso alle prove successivo è condizionato dal superamento delle prove precedenti. I concorsi a cattedra che si svolgeranno nel 2018 saranno regionali e per titoli ed esami.

Potete prendere visione dell’intero testo dello schema di decreto legislativo recante riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione (Atto N. 377) al seguente indirizzo Web: http://documenti.camera.it/apps/nuovosito/attigoverno/Schedalavori/getTesto.ashx?file=0377.pdf&leg=XVII#pagemode=none