Ultime notizie scuola, sabato 18 marzo 2017: saggio musicale bimbi scuola elementare, arriva la Siae

Doveva essere una festa per i bambini della scuola elementare di una cittadina della Brianza, Mezzago, ma a rovinarla ci ha pensato un ispettore della Siae. La scuola aveva, infatti, invitato le famiglie a partecipare all’atto finale di un laboratorio di musica: tra l’altro, la cittadina di Mezzago ha sempre avuto una grandissima tradizione musicale e molti bambini seguono con gioia questo percorso formativo. La bella giornata di sole aveva indotto la scuola ad organizzare l’esibizione dei piccoli in giardino, poco prima del rientro a casa pomeridiano.

Ultime notizie scuola, sabato 18 marzo 2017: saggio musicale bimbi scuola elementare, arriva la Siae

Il problema, secondo quanto riportato dal quotidiano ‘Il Giorno’, è nato dall’intervento di un tecnico della Siae che si trovava a Mezzago per effettuare delle verifiche presso altri esercizi pubblici: il richiamo delle note provenienti dalla scuola elementare lo ha indotto ad intervenire. ‘Musica diffusa in pubblico, dovete pagare’, così si è presentato il tecnico Siae interrompendo l’esibizione dei bimbi.

‘Non era un concerto con biglietti da vendere, ma una lezione per bambini di otto anni’

Naturalmente, di fronte a questa affermazione, i genitori si sono ribellati con forza, sostenuti attivamente dal sindaco, Giorgio Monti, che ha speso parole dure nei confronti dell’intervento del tecnico Siae: ‘Già dal linguaggio si capisce di che pasta sono fatti questi “esattori”. Quello non era un concerto con biglietti da vendere, ma una lezione per bambini di 8 anni. Abbiamo dovuto fornire alla Siae l’esatta spiegazione dell’iniziativa – ha spiegato il primo cittadino di Mezzago – Alla fine, pare, che abbiamo desistito dal compilare il verbale. Niente tassa, insomma. Anche perché non era affatto dovuta’. Intanto, però, è stata rovinata la festa ai bambini.
Potrebbe interessarti:  Faenza, il gesto della classe per la compagna: ministro Bussetti 'Sono fiero di voi'