Riforma reclutamento: fase transitoria per docenti II fascia e non abilitati con 3 anni di servizio

Abbiamo parlato molto, negli ultimi giorni, della riforma della formazione iniziale e del reclutamento docenti, dando ampio spazio alla cosiddetta fase transitoria che dovrà fungere da ‘ponte ideale’ (speriamo lo sia davvero) tra il vecchio ed il nuovo sistema. Come sappiamo, i docenti iscritti nelle Graduatorie ad Esaurimento e nelle Graduatorie di merito del concorso 2016 verranno assunti, secondo il la normativa tradizionale ovvero con il criterio del 50% da GaE e 50% da GM.

Riforma reclutamento: fase transitoria per docenti II fascia e non abilitati con 3 anni di servizio

In merito, invece, alle immissioni in ruolo dei docenti abilitati iscritti in seconda fascia d’istituto, è stato previsto l’inserimento in una speciale graduatoria regionale di merito (anch’essa ad esaurimento) che scatterà a partire dall’anno scolastico 2017/8: da questa graduatoria si procederà all’ammissione al terzo anno del percorso di formazione triennale senza dover conseguire i crediti formativi previsti negli ultimi due anni del sopra menzionato percorso. In merito, invece, ai docenti non abilitati con 3 anni di servizio, verranno predisposti dei concorsi riservati, con i vincitori che verranno ammessi, in ordine di graduatoria ed entro il limite del numero di posti banditi, nel percorso triennale con esonero dalle attività del secondo anno e dall’acquisizione dei crediti previsti per il secondo e terzo anno.

Docenti GaE secondaria I e II grado: quanti sono e quando si esauriranno le graduatorie?

E’ interessante anche sapere quanti saranno i docenti che saranno direttamente interessati dalla fase transitoria che, ricordiamolo, riguarderà la scuola secondaria di I e II grado. Come riportato dal quotidiano ‘Il Sole 24 Ore’, il sottosegretario al Miur, Vito De Filippo, ha fornito dei numeri a tal proposito: i docenti presenti nelle graduatorie ad esaurimento sarebbero 12.598 per la secondaria superiore e 5.819 per la secondaria inferiore (il totale non è rappresentato dalla somma dei parziali perché molti insegnanti sono in entrambe le graduatorie). Secondo questi numeri, la regione che presenterebbe il maggior numero di iscritti sarebbe la Sicilia con circa 2.200 insegnanti, seguita dalla Campania con 1.900 e dalla Puglia e dalla Lombardia con 1.400 insegnanti.
Il sottosegretario Vito De Filippo ha espresso tutto il proprio ottimismo in merito ad un rapido esaurimento delle graduatorie, specialmente per la secondaria di II grado, dove in diverse cdc si conta un numero di iscritti inferiore al 10/ del relativo organico di diritto. Per quanto riguarda le graduatorie di Istituto, poi, nella prima fascia della secondaria sono iscritti circa 9.400 docenti, nella seconda fascia 62.500, nella terza circa 322.000, molti dei quali con pochi mesi di servizio.