Ultime notizie scuola, martedì 21 marzo 2017: precari del Sud, i tempi di attesa resteranno lunghi

Il piano per l’assorbimento del precariato predisposto dal Governo punta allo smaltimento delle GaE, ad istituire una corsia preferenziale per i docenti abilitati di seconda fascia e a dare una spinta anche ai precari non abilitati ma con più di tre anni di servizio. Il decreto del Ministero dell’Istruzione, atteso a giorni, non potrà però intervenire su un innegabile dato di fatto: i contingenti dei precari nelle regioni del Sud continueranno ad essere di gran lunga più corposi dei posti a disposizione oggi e nel prossimo futuro.

Ultime notizie scuola, martedì 21 marzo 2017: docenti del Sud, i tempi di attesa resteranno lunghi

Se il Miur ipotizza che al Nord alcune cdc come matematica si esauriranno in 3-4 anni, ad Sud, come riporta il quotidiano ‘Italia Oggi’, ci vorrà il doppio del tempo. Per non parlare di Sicilia e Sardegna, dove per classi di concorso particolarmente settoriali, si stimano attese addirittura ventennali.
Se si contano i docenti abilitati di seconda fascia di istituto, tra Centro, Sud e Isole, capiamo bene le difficoltà di assorbimento di numeri particolarmente alti contrapposti ad un numero di cattedre a disposizione decisamente esiguo: per la scuola secondaria di primo grado, si contano quasi 19mila precari, mentre per la secondaria di secondo grado arriviamo sino a 27mila.

Nuovo sistema di reclutamento: obiettivo ‘Attrarre e preparare alla professione docente persone giovani e competenti nelle loro discipline’

Molto dipenderà dalla disponibilità dei posti per il prossimo anno scolastico 2017/2018, da quando scatterà, cioè, la nuova fase di reclutamento che, come si legge nei pareri di Camera e Senato, si porrà l’obiettivo di ‘attrarre e preparare alla professione docente persone giovani e competenti nelle loro discipline, eliminando il fenomeno dei lunghi periodi di precariato pre-ruolo’: al momento è difficile prevedere quante saranno le cattedre disponibili al Sud, anche perché bisognerà aspettare i dati relativi ai pensionamenti.