La seconda fascia delle graduatorie di istituto da avviare al transitorio

La seconda fascia delle graduatorie di istituto, secondo diversi portali che hanno ripreso le dichiarazioni del sottosegretario del Miur Vito De Filippo, ad oggi consterebbe di circa 62.500 docenti abilitati. Questo dato però non tiene conto di due elementi molto importanti: non considera i vincitori del concorso 2016 e non tiene conto del fatto che molti di loro risultano iscritti su due o più cdc. Il numero citato dal sottosegretario corrisponde alla sommatoria dei 33000 abilitati con il PAS, 11000 abilitati con il TFA1 e 21000 abilitati con il TFA 2, tutti inseriti nella seconda fascia delle graduatorie di istituto.

I NUMERI DEGLI ABILITATI AL LORDO

I posti messi a bando per il primo e il secondo grado erano in tutto 33375. Come si ricorderà, essi erano 15.638 per il primo grado e 17.231 per il secondo grado, più i 506 posti per la nuova classe di concorso A023 relativa all’insegnamento dell’italiano come seconda lingua. Non disponiamo ancora dei dati ufficiali, stante l’aggiornamento continuo delle graduatorie di merito per regione, ma possiamo escludere subito che siano stati tutti immessi in ruolo. Si sarebbe trattato di un risultato eccezionale perché in quel caso si sarebbe dimezzato il contingente dei precari. Comunque, il dato finale non si discosta poi di molto e di seguito proveremo a descrivere il perché.

LE BOCCIATURE

L’elevata percentuale di respingimenti registrata all’ultimo concorso ha fatto si che molti siano rimasti in seconda fascia. Il dato preciso non è ancora disponibile in quanto le graduatorie di merito sono ancora in fase di completamento. Diverse testate giornalistiche, da Il Fatto a il Corriere della sera, hanno sempre parlato di una percentuale elevata di bocciature. Per la cronaca questo dato, la scorsa estate, ammontava al 55,2%. Il Fatto citava Tuttoscuola e la sua indagine in cui calcolava in 21mila unità i docenti respinti. Circa questa notizia basta digitare sul browser la seguente stringa: http: // www. ilfatto quotidiano.it/2016/08/23/ concorso-scuola-ritardi-nelle-procedure-e-a-settembre-piu-di-10mila-cattedre-saranno-ancora-senza-vincitore/2992135/

I NUMERI NETTI PROBABILI

telegram-scuolainforma-336x280

Se da un lato non possiamo dire esattamente che siano 30mila quelli in attesa del ruolo, considerando la cifra finale al netto di respinti, non partecipanti e iscrizioni in più cdc, dall’altro sicuramente siamo lontani da quelli dichiarati dalle diverse testate giornalistiche. In molte regioni saranno in tanti ad ottenerlo subito, mentre il sud dovrà aspettare, vero anche questo. Ma sarà una attesa di breve durata considerando il normale turn over degli insegnanti. Le 20mila cattedre mediamente disponibili ogni anno, essendo per quell’epoca esaurite le Gae, andranno direttamente a loro.