Ultime notizie scuola, martedì 21 marzo 2017: nota Miur abilitazione conseguita in Spagna

Il Ministero dell’Istruzione ha provveduto alla pubblicazione della nota N. 2971, datata 17 marzo 2017, attraverso la quale vengono date nuove indicazioni in riferimento al riconoscimento delle abilitazioni conseguite in Spagna. 

Ultime notizie scuola, martedì 21 marzo 2017: nota Miur abilitazione conseguita in Spagna

La nota fa riferimento a quella ricevuta dal dicastero di Viale Trastevere da parte del Ministerio de Educación, Cultura y Deporte spagnolo il 16 marzo 2017 (N. 213).
Il Miur, a questo proposito, informa gli utenti interessati al riconoscimento della professione docente in Italia e in possesso della relativa abilitazione conseguita in Spagna, che, a partire dal 16 marzo, verranno prese in considerazione solamente ed esclusivamente le istanze complete di un documento che attesti la partecipazione al concorso pubblico spagnolo (‘sistema selectivo de acceso a la función pública’) e il superamento di almeno una parte dello stesso.

Abilitazione in Spagna: ecco i requisiti per il riconoscimento in Italia

La nota del Ministero spagnolo, infatti, ha specificato che per poter esercitare la professione docente nelle scuole pubbliche spagnole è necessario trovarsi in una delle seguenti tre condizioni:

  • Aver superato il concorso pubblico (“sistema selectivo de acceso a la función pública”) diventando docenti di ruolo a tempo indeterminato;
  • Aver partecipato al concorso pubblico (“sistema selectivo de acceso a la función pública”) senza superarlo nella sua totalità, diventando docenti supplenti a tempo determinato; 
  • Essere iscritti nelle graduatorie straordinarie di professori selezionati dalle Comunidades Autónomas, diventando docenti supplenti a tempo determinato.

Chiunque non rientri nelle tre suddette categorie non può ancora esercitare la professione docente a tutti gli effetti nella scuola pubblica spagnola, come ben specificato nel nuovo modello di ACREDITACIÓN, rilasciato dal Ministero spagnolo. Pertanto, come da Direttiva europea 2013-55-CE, l’interessato otterrà il corrispettivo riconoscimento della professione docente in Italia solo nel caso in cui certifichi di essere abilitato all’insegnamento nelle scuole pubbliche spagnole, rientrando nelle tre suddette categorie.