Scuola, formazione iniziale e reclutamento: proposto il percorso Fit
Scuola, formazione iniziale e reclutamento: proposto il percorso Fit

Alla Camera è stato dato il via libero al decreto attuativo della Scuola sulla formazione e il reclutamento dei docenti della scuola secondaria. Le commissioni Cultura e Lavoro hanno dato parere favorevole, ma “con qualche paletto”. L’agenzia di stampa Public Policy ha spiegato che il provvedimento riguarda la fase transitoria per l’assunzione dei precari delle GaE e delle graduatorie di istituto. Le immissioni avverranno per metà dalle GAE e per l’altra metà dalle GM. Lo scorso 20 marzo i deputati hanno chiesto che il percorso prenda il nome di Percorso Fit, che starebbe per : “Percorso triennale di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione di docente”.

Percorso Fit: nuovo reclutamento e formazione nella scuola

Il reclutamento nella scuola cambia faccia: non servirà più l’abilitazione, ma saranno necessari 24 crediti prima della laurea da ottenere in ambiti ben precisi: psico-pedagogici, didattici e antropologici. A seguire sarà necessario superare un concorso e accedere al percorso triennale, formato dal primo anno di specializzazione e da altri due di pratica. “Il primo anno di Fit “sarà finalizzato al conseguimento del diploma di specializzazione per l’insegnamento nella scuola secondaria o in pedagogia e didattica speciale per le attività di sostegno didattico e l’inclusione scolastica”. Il secondo e il terzo come “anno di formazione, tirocinio e primo inserimento nella funzione docente”. Chi è iscritto alla seconda fascia delle graduatorie d’istituto verrà inserito in una graduatoria regionale ad esaurimento a partire dal prossimo anno scolastico, ottenendo l’ammissione al terzo anno del Fit senza dover ottenere i crediti richiesti. I non abilitati con 3 anni di servizio, parrteciperanno a  concorsi riservati. I vincitori saranno ammessi, in ordine di graduatoria ed entro il limite del numero di posti banditi, al percorso triennale con esonero dalle attività del secondo anno e dall’acquisizione dei crediti previsti per il secondo e terzo anno.

Obiettivo del Fit

Il percorso Fit dovrà “sviluppare e rafforzare le competenze culturali, disciplinari, didattiche e metodologiche, in relazione ai nuclei fondanti dei saperi e ai traguardi di competenza fissati per gli studenti; le competenze proprie della professione di docente, in particolare pedagogiche, relazionali, valutative, organizzative e tecnologiche, integrate in modo equilibrato con i saperi disciplinari; la capacità di progettare percorsi didattici flessibili e adeguati al contesto scolastico, al fine di favorire l’apprendimento critico e consapevole e l’acquisizione delle competenze da parte degli studenti; e la capacità di adempiere con consapevolezza ai doveri connessi con la funzione docente e con l’organizzazione scolastica”.

telegram-scuolainforma-336x280

Puoi seguire tutti i nostri articoli e aggiornamenti dalla nostra pagina Facebook.

(fonte: TuttoScuola)