Ultime notizie scuola, mercoledì 22 marzo 2017: fotomontaggi pornografici in Sicilia, vittime alcune insegnanti

Ancora episodi inquietanti che, purtroppo, si devono registrare nelle scuole italiane. Questa volta dobbiamo andare in Sicilia, per l’esattezza a Caltanissetta dove si sta indagando su un gruppo di studenti, tutti minorenni, che avrebbero realizzato alcuni fotomontaggi di filmati pornografici, sostituendo ai volti degli attori a luci rosse le fotografie di alcuni insegnanti.

Ultime notizie scuola, mercoledì 22 marzo 2017: fotomontaggi pornografici in Sicilia, vittime alcune insegnanti

Si tratta di un comportamento che finirà per costare caro agli autori dei video, i quali, naturalmente, non si sono accontentati della sola ‘realizzazione’ dei video ‘fake’ ma sarebbero andati oltre, diffondendo questi filmati hard attraverso il noto servizio di messaggistica “WhatsApp”. Uno scherzo, una burla di pessimo gusto che, però, avrebbe potuto rovinare la vita delle insegnanti ‘vittima’, arrecando un danno d’immagine particolarmente grave.

Potrebbe interessarti:  Permessi docenti di ruolo e precari

Procura minorile di Caltanissetta ha avviato le indagini: i video diffusi su WhatsApp

La Procura minorile di Caltanissetta, a questo proposito, ha aperto un’inchiesta per individuare con precisione gli autori del filmato, ‘scoperto’ per caso proprio da una delle insegnanti protagonista involontaria di uno di questi filmati: la docente, vedendo che una sua foto era stata utilizzata per il montaggio, ha deciso di denunciare il fatto.
Sappiamo bene come gli scherzi, ai danni degli insegnanti, siano sempre stati fatti, ma nell’era della tecnologia si sta oltrepassando qualsiasi limite alla decenza. Le nuove generazioni sono abilissime ad utilizzare la tecnologia, forse troppo e, non di rado, questa bravura viene utilizzata per scopi evidentemente poco leciti. L’auspicio è che questo gravissimo atto resti isolato e che non venga ‘scimmiottato’ come vergognoso atto di sfida.