Pubblicazione circolari scolastiche: è consentito usare WhatsApp?

Un quesito particolarmente interessante è stato sottoposto al quotidiano economico ‘Italia Oggi’ da parte di una docente, in merito alla pubblicazione delle circolari. Sappiamo bene come l’innovazione e l’evoluzione tecnologica abbia superato il vecchio metodo tradizionale del formato cartaceo.

Pubblicazione circolari scolastiche: è consentito usare WhatsApp?

A questo proposito, l’insegnante ha sottolineato il fatto che, nell’istituto scolastico dove presta servizio, le circolari vengono pubblicate sull’ormai famosa applicazione di messaggistica ‘WhatsApp’ e non vengano inserite nell’albo online, oppure diffuse attraverso l’ormai superato mezzo cartaceo. La domanda che è stata posta ad ‘Italia Oggi’, riguarda proprio il possibile utilizzo di WhatsApp quale possibile mezzo di informazione e comunicazione ufficiale per i docenti in sostituzione dell’albo online.

Pubblicazione circolari scolastiche: WhatsApp come mezzo sussidiario, non suppletivo

L’esperto di Italia Oggi, Antimo Di Geronimo, ha sottolineato come ‘La prassi invalsa vada nel senso di considerare legittima la pubblicazione delle circolari direttamente sul sito web dell’istituzione scolastica. Tale prassi risulta informata alle disposizioni contenute nella Direttiva 8/09 del ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione, secondo le quali, l’affissione all’albo è sostituita da analoghi adempimenti di natura informatica da effettuare sul sito web dell’istituzione scolastica.
Di Geronimo, tuttavia, sottolinea come allo stato attuale non risultano essere in vigore delle disposizioni che consentano di utilizzare ‘app’ di messaggistica istantanea, proprio come WhatsApp in sostituzione degli adempimenti previsti dalla legge, fermo restando che nulla vieta di utilizzarle in via sussidiaria; purché non suppletiva. Dunque, utilizzo sussidiario di WhatsApp quale metodo immediato di diffusione della circolare ma non suppletivo, visto che la normativa dispone che le circolari debbano essere pubblicate sul sito Web dell’istituzione scolastica.