Graduatorie di Istituto docenti, discussi al Miur decreto e tabelle: a quando il bando?
Graduatorie di Istituto docenti, discussi al Miur decreto e tabelle: a quando il bando?

Il 21 e 22 marzo 2017 si sono svolti due incontri al MIUR con i sindacati, per proseguire il confronto sulle graduatorie di istituto dei docenti. La FLC CGIL riferisce che è stata analizzata la bozza di decreto e alcune proposte di modifica della tabella di valutazione per la II fascia di strumento musicale. Che dire del bando? Di seguito il comunicato.
Scuola, aggiornamento graduatorie II/III fascia Miur docenti 2017: come aumentare il punteggio

Scuola, incontro al Miur su graduatorie di Istituto dei docenti

In merito agli incontri svolti al Miur sulle graduatorie di Istituto dei docenti, la FLC CGIL riferisce: “Nella bozza di decreto è previsto di inserire in modo esplicito i vari chiarimenti forniti negli scorsi anni e di rendere più chiari i vari vincoli sulle dichiarazioni dei servizi contemporanei e specifici/non specifici, che seguono regole diverse per la II e III fascia.
Per le nuove classi di concorso nelle quali sono confluite due o più classi di concorso del pregresso ordinamento sarà obbligatorio, anche per chi era già incluso nel 2014, presentare una nuova domanda di inserimento in quanto è necessario rivalutare titoli e servizi: tutti i servizi prestati nelle pregresse classi di concorso vanno considerati specifici e i titoli posseduti possono fare riferimento ad ognuna di esse.
Allo stesso modo dovranno presentare una domanda di nuovo inserimento i docenti della ex A031, ex A032 ed ex A077, in considerazione dell’intreccio con le nuove classi di concorso dei Licei musicali e della possibilità di far valutare su altra classe di concorso i titoli e i servizi già dichiarati nei precedenti aggiornamenti. Per la A056 (ex A077) non sarà comunque necessario dichiarare nuovamente i titoli artistici che siano già stati valutati e che varranno anche per la A055 nel caso se ne chieda l’inserimento. Il restante punteggio subirà invece modifiche derivanti dall’applicazione della nuova tabella.
Riguardo alla tabella di valutazione della II fascia per strumento musicale l’orientamento emerso nel confronto è di procedere alla integrazione, con alcuni titoli specifici e con i titoli artistici, della attuale tabella di seconda fascia (che non subirà ulteriori modifiche). In sostanza si procede in modo analogo a quanto previsto per la terza fascia: i titoli e i servizi di chi si include nelle classi di concorso di strumento musicale (A055, A056) sono valutatati con la normale tabella delle altre classi di concorso fatte salve le specificità (alcuni titoli specifici e i titoli artistici). In questo modo si riconduce ad omogeneità la valutazione per tutte le classi di concorso, semplificando i calcoli per il sostegno, evitando complicazioni con tabelle diverse e garantendo lo stesso trattamento a tutti gli aspiranti. È stato comunque confermato che per poter effettuare l’aggiornamento e l’integrazione della III fascia è necessario che sia approvato al più presto il decreto correttivo delle nuove classi di concorso per permettere l’accesso ad esse anche a tutti coloro che siano già in possesso di un titolo valido per le precedenti classi di concorso che vi confluiscono. Questo chiarimento, è indispensabile al fine di garantire la possibilità di continuare ad insegnare a migliaia di docenti già in servizio. Qualora non sia possibile approvare in tempo utile il decreto è necessario che tale precisazione sia inserita nel bando.”
Aggiornamento graduatorie Istituto II e III fascia, le tabelle Miur dei titoli valutabili

A quando il bando?

“Per quanto riguarda i tempi di pubblicazione del bando, al momento si è in attesa del decreto correttivo delle classi di concorso e di alcuni interventi sulle applicazioni del sistema informatico e pertanto non è possibile ipotizzare date certe, anche se è indispensabile che si proceda rapidamente per garantire la pubblicazione delle graduatorie con l’inizio dell’anno scolastico 2017/2018. Nei prossimi giorni dovrebbe proseguire il confronto per affrontare altre questioni ancora non definite, in particolare per gli insegnamenti dei Licei musicali e coreutici.”

Potrebbe interessarti:  Scuola: il nuovo progetto AID e Fondazione TIM sulla dislessia