Idonei oltre il limite del 10%

Per gli idonei dell’ultimo concorso docenti che non avevano trovato posto nelle graduatorie di merito per via del limite del 10% imposto dalla legge 107  si sblocca la situazione. Molti di loro hanno affollato le discussioni nei vari gruppi fb sollecitando un intervento chiarificatore circa l’effettiva rimozione del limite. L’approvazione della delega 377 sul reclutamento e la formazione iniziale dei docenti, col parere espresso dalle commissioni parlamentari dello scorso 14 marzo 2017 in senso favorevole, contiene all’art.17 la parte che li riguarda direttamente. Si tratta di una precisazione che sgombra definitivamente il campo dai dubbi.

LA DEROGA AL TETTO

Il passaggio che spiega come gli idonei potranno essere immessi in ruolo è contenuto nella parte che recita testualmente: “Prevedere che il 50% dei posti vacanti e disponibili ogni anno siano coperti attingendo dalle graduatorie ad esaurimento (GaE), fino al loro esaurimento, e che la quota restante sia coperta prioritariamente mediante scorrimento delle graduatorie di merito dei concorsi banditi ai sensi dell’art. 1, c. 114, della legge 107/2015, anche in deroga al limite del 10% previsto dall’art. 400, c. 15, del d.lgs 297/94, limitatamente a quanti abbiano raggiunto il punteggio minimo previsto dal bando, avendo comunque riguardo ai legittimi diritti dei vincitori di concorso di essere immessi in ruolo”.

DOVE SARANNO ASSUNTI

Circa i docenti che verranno coinvolti da questa misura, analoga per molti versi a quanto successo nel 2012, interviene anche la relatrice del parere positivo della delega, l’ On.Ghizzoni. Dopo i vincitori del concorso e i docenti delle gae che scorreranno in ruolo nelle consuete percentuali del 50% ciascuna, sarà la volta di tutti quei docenti risultati comunque idonei. Questo sarà sicuramente più probabile in quelle regioni settentrionali che più di altre hanno registrato la maggior parte dei posti vacanti e disponibili. Tutto questo a partire già dalle nomine per l’a.s. 2017/2018, dopo l’approvazione definitiva della delega prevista per il 17 aprile 2017