Ultime notizie scuola, sabato 25 marzo 2017: precari in ansia per ritardi stipendi
Vi abbiamo dato notizia, nella giornata di ieri, del via all’esigibilità degli stipendi del mese di marzo 2017 per i dipendenti statali. Come ampiamente segnalato anche dai nostri lettori, molti insegnanti precari, però, sono ancora in attesa di ricevere i salari relativi ai mesi precedenti: purtroppo, non si tratta di una novità visto che i ritardi nei pagamenti degli emolumenti sono diventati ormai all’ordine del giorno. Si aspetta ancora la comunicazione relativa all‘emissione speciale ma, al momento, sul portale NoiPa tutto tace, con evidente e palpabile preoccupazione, visto che i pagamenti delle bollette, degli affitti e le altre spese non si possono di certo rimandare.

Ultime notizie scuola, sabato 25 marzo 2017: precari in ansia per ritardi stipendi

Oltre a ciò, sono diverse le segnalazioni effettuate dai docenti in merito a pesanti trattenute sul proprio stipendio di gennaio, febbraio e marzo. A questo proposito, il sito Informazione Scuola ha citato l’esperienza di una docente di scuola superiore che ha segnalato uno stipendio di marzo ancora più basso rispetto a quello di febbraio (dove era previsto il conguaglio) con una ‘cifra spropositata di trattenute’, così come viene scritto nella email inviata al noto portale. Nella fattispecie, la docente ha riportato gli importi relativi alle trattenute operate sul proprio stipendio: 536 euro a gennaio, 776 a febbraio e ben 826 euro in questo mese di marzo.

Stipendi gennaio, febbraio e marzo: amare sorprese per gli elevati importi delle trattenute

La docente ha precisato di aver fatto la ricostruzione di carriera ma di non aver ancora ricevuto l’adeguamento stipendiale: tra l’altro, come giustamente ricorda Informazione Scuola, la ricostruzione della carriera porta ad avere dei rimborsi per effetto della ricostruzione degli scatti di anzianità. Nonostante in questo mese di marzo si debbano considerare le addizionali regionali e comunali Irpef, si tratta di una cifra spropositata di trattenute. Tra l’altro, anche altri insegnanti stanno segnalando importi di trattenute intorno agli 800 euro sia per il mese di febbraio che per quello di marzo. Vi invitiamo, a questo proposito, a segnalarci i Vostri casi in modo da poterci confrontare con le varie esperienze.