Tfa Sostegno

Sul prossimo ciclo del Tfa Sostegno, dopo l’emanazione del bando da parte del Miur lo scorso dicembre per 5108 posti, si sono addensate tante incertezze sulla data effettiva dell’avvio dei corsi. Le pressioni esercitate dai sindacati e la prevedibile azione giudiziaria intrapresa dai non abilitati che ne sono esclusi, in ragione delle diverse pronunce favorevoli che si sono manifestate sia in ambito nazionale e sia in ambito comunitario, hanno indotto il Ministero a imporre l’alt agli atenei che avevano già fissato le date per i test preselettivi.

DATE INOPPORTUNE

Il Miur aveva disposto l’avvio del Tfa Sostegno con i test preliminari per i giorni 19 e 20 aprile. In coincidenza di queste date ci sono però le prove suppletive del concorso docenti 2016. Questo fatto ha determinato un ripensamento nel dicastero diretto da Valeria Fedeli che ha di conseguenza fermato le macchine. Il rinvio è sine die e al momento non ci sono certezze sulla data effettiva di partenza. Altra certezza è costituita dal fatto che mai come quest’anno c’è stata un domanda eccezionale di insegnanti di sostegno in tutta Italia.

AUMENTO DI POSTI

Le pressioni esercitate dalle associazioni di categoria e l’esigenza di dover bandire un numero di posti superiore rispetto agli iniziali 5108 posti hanno convinto Viale Trastevere a raddoppiare la dotazione complessiva. Qui si registra la prima buona notizia perché ai corsi potranno accedere fino a 9649 aspiranti. Comunque vadano le cose si sa già quando dovrà terminare il tutto. I corsi dovranno finire entro il mese di marzo del 2018.

LE REGIONI CON PIU’ POSTI

Storicamente è sempre stato il Nord a fare la parte del leone e anche in questa circostanza non si smentisce. In Lombardia saranno disponibili 1270 posti, poco meno che nel Lazio, altra regione con ampia disponibilità, dove saranno ammessi ai corsi in 1450. A seguire ci sono le regioni meridionali della Campania (1150 posti) e della Sicilia (1185 posti). In controtendenza al trend settentrionale ci sono il Veneto ed il Piemonte con rispettivamente 280 e 200 posti a disposizione. Difficile a questo punto stimare quando ci sarà il via libera.

Potrebbe interessarti:  NoiPa, comunicato ufficiale: nuova funzionalità per self service 'Detrazioni familiari a carico'