Ultime notizie scuola lunedì 27 marzo 2017: lavoro aggiuntivo alle segreterie sul calcolo pensioni

Le ultime notizie sulle pensioni scuola, ad oggi, lunedì 27 marzo, riguardano la netta e dura presa di posizione dei sindacati nei confronti del Miur contro la decisione del calcolo delle pensioni del personale scolastico a carico degli operatori amministrativi degli istituti scolastici.

Ultime notizie scuola lunedì 27 marzo 2017: lavoro aggiuntivo alle segreterie sul calcolo pensioni

Ne ha dato notizia il quotidiano ‘Il Corriere Adriatico’, che ha sottolineato come le segretarie regionali (regione Marche) delle sigle sindacali hanno sottoscritto una nota congiunta, attraverso la quale si fanno presenti le ragioni di tale dissenso: ‘Da mesi contestiamo questa procedura non sempre funzionante, che carica di responsabilità rispetto all’espletamento delle pratiche e di lavoro aggiuntivo le segreterie senza, per altro, il necessario incremento di personale’. La nota è firmata da Manuela Carloni (Flc Cgil), Anna Bartolini (Cisl Scuola), Claudia Mazzucchelli (Uil Scuola) e Paola Martano (Snals Confsal).

Potrebbe interessarti:  Precari con 36 mesi di servizio: concorso riservato o fase transitoria

Oggi, lunedì 27 marzo, incontro al Miur

Le segreterie regionali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal hanno provveduto a comunicare, inoltre, di aver ottenuto dal Ministero dell’Istruzione la sospensione della procedura, in attesa dell’avvio di un tavolo tecnico per la risoluzione delle suddette problematiche. Un primo incontro è stato fissato per oggi, lunedì 27 marzo. Le segreterie regionali delle sigle sindacali hanno parlato di “un’apertura al dialogo da parte del Ministero. Appena ci è stata comunicata abbiamo inviato una richiesta alla direzione regionale Marche, per conoscere con quali tempi e modalità intendesse dare seguito alle disposizioni ricevute dal Miur. Se da parte dell’Ufficio scolastico regionale non dovesse arrivare risposta partirà immediata denuncia e richiesta di intervento”, questa la durissima presa di posizione dei sindacati.