Ritardi nei pagamenti degli stipendi al personale scolastico: ma come si fa ad andare avanti?

Vi abbiamo riferito, nelle ultime ore, dei gravi disagi che sta incontrando il personale scolastico in tema stipendi: molti lamentano le altissime trattenute subìte nei mesi di febbraio e marzo, per non parlare dei supplenti che aspettano, anche da diversi mesi, il pagamento degli emolumenti loro spettanti. In merito agli ingiustificati ritardi nell’erogazione degli stipendi, il Ministero dell’Istruzione deve, innanzitutto, dare una risposta. Subito. E rimediare immediatamente ai gravissimi disagi che stanno affrontando docenti e personale Ata. 

Ritardi nei pagamenti degli stipendi al personale scolastico: ma come si fa ad andare avanti?

Ma come si fa andare avanti in queste condizioni? Molti lavoratori sono costretti a fare i conti con le spese d’affitto, con le bollette e le altre scadenze tributarie: è una situazione intollerabile, aggravata da un rinnovo di contratto che si fa attendere dall’ormai lontano 2009 e per il quale si prospettano aumenti ‘miserevoli’.
Ci si chiede come si possa continuare a vivere per mesi senza ricevere quanto spettante di diritto: si parla di prestiti, di fidi presso il proprio istituto di credito ma ci si domanda anche il perché un lavoratore onesto e diligente debba essere costretto a ricorrere a tali mezzi di fronte ad un’ingiustizia anticostituzionale che arriva addirittura dallo Stato. 
Quando non si viene pagati, il lavoratore ha diritto di pretendere il pagamento dello stipendio, per di più in una data certa e secondo le regole procedurali: secondo la prassi, si ricorre allo strumento della diffida e messa in mora, atto attraverso il quale si interrompe anche la prescrizione.
Orizzonte Scuola, a questo proposito, ricorda una sentenza del 1997 del Tribunale di Roma in cui viene affermato come “la mancata corresponsione compromette, per tutto il tempo del giudizio, il diritto del lavoratore a un’esistenza libera e dignitosa”.
Potrebbe interessarti:  Permessi docenti di ruolo e precari