Mobilità e assunzioni, aumento cattedre di diritto: Mef e Miur allo scontro finale
Mobilità e assunzioni, aumento cattedre di diritto: Mef e Miur allo scontro finale

Miur e Mef si sono scontrati sul numero delle cattedre di fatto da trasformare in cattedre di diritto, a beneficio della mobilità scuola e delle prossime assunzioni. La norma, inserita nella finanziaria del Governo Renzi attende ancora la sua formalizzazione. Il Miur ha richiesto 25.000 posti nuovi (con diversi posti di sostegno), ma il Mef da mesi ribadisce che mancano i fondi. Per il Ministero delle Finanze è possibile ‘concedere’ soltanto 10.000 cattedre, meno della metà. Chi vincerà lo scontro?

Braccio di ferro fra Miur e Mef: quante le nuove cattedre?

Il numero di cattedre proposto dal Mef non permetterà di soddisfare minimamente le necessità delle scuole, e questo il Miur lo sa bene. Non a caso ne aveva richieste 25mila. Ma sono i soldi che contano, e a quanto pare non ci sono. Secondo le indiscrezioni, per il 2017 ci sono 145,000 euro a disposizione, che possono essere sufficienti ad attivare non più di 10.000 nuovi posti. Per attivare il numero richiesto dal Miur, ne occorrerebbero 400.000. Adesso però il tempo stringe, e presto i numeri decisi dovranno essere resi pubblici. Secondo voi, chi la spunta tra Miur e Mef?
Assunzioni, organici personale docente 2017/2018: notizie dal Miur 17 marzo