Ultime notizie scuola, mercoledì 29 marzo 2017: Valeria Fedeli scrive a Pier Carlo Padoan per l'allargamento organico di diritto.
La ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, aveva già scritto, nei mesi scorsi, al ‘collega’ dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan in merito ai fondi stanziati dal Governo nella Legge di Stabilità per l’allargamento dell’organico di diritto: in pratica, voleva la certezza in relazione all’aumento del numero delle cattedre e della loro utilizzazione dal prossimo anno scolastico.

Ultime notizie scuola, mercoledì 29 marzo 2017: assunzioni, Valeria Fedeli scrive al ministro Padoan

Il fatto è che dal Ministero di via XX settembre non è arrivato l’ok e ora la ministra Fedeli sembra aver perso la pazienza, come riportato dall’articolo di Gianna Fregonara, apparso su ‘Il Corriere della Sera’: ‘Caro Pier Carlo, questo ritardo è inaccettabile per tutti’. Di mezzo ci sono i 140 milioni per quest’anno, 400 per il 2018 e 25 mila posti in aggiunta ai 55 mila creati dalla riforma.

‘Ormai non riusciremo a partire in tempo per settembre e la colpa non è certo nostra’, è il messaggio che arriva da Viale Trastevere, accompagnato dall’evidente preoccupazione della neoministra di rimediare subito una figuraccia: che cosa succederebbe se il prossimo mese di settembre si ripetesse la stessa situazione imbarazzante verificatasi lo scorso anno? Una delle prime dichiarazioni della ministra fu proprio quella di voler vedere tutti gli insegnanti al loro posto per l’inizio dell’anno scolastico.

Potrebbe interessarti:  Terza fascia Ata: quando si potrà presentare la prossima domanda

Assunzioni 2017/8, la risposta di Padoan non si farà attendere oltre misura, ma quante cattedre in più?

Venticinquemila assunzioni che renderebbero più ‘appetitosa’ la mobilità ai docenti e ai sindacati. Venticinquemila insegnanti in più che andrebbero, comunque, a rimediare ai numerosi posti vacanti rimasti in seguito all’alta percentuale di bocciati al concorso.
Secondo quanto pubblicato da il Corriere della Sera, il ministro dell’Economia, Padoan, sarebbe, comunque, in procinto di rispondere: ‘Nessun ritardo, La Ragioneria dello Stato ha finito gli approfondimenti’. Già, ora però bisognerà vedere quante cattedre verranno autorizzate dal Mef: dubitiamo che si possa arrivare ai 25mila nuovi posti attesi dalla ministra Fedeli: probabilmente ci fermeremo a 8-10 mila assunzioni.