La scuola maltratta, oppure è la scuola ad essere maltrattata?
maltrattamenti a scuola, incontro sul tema

Ma davvero la scuola maltratta? A giudicare dagli episodi di cronaca, negli ultimi tempi sono stati riportati molti casi di maestre che maltrattano i bambini; ma non mancano anche quelli di docenti minacciati e perfino picchiati dalle famiglie degli alunni. A volte vittime e a volte persecutori, si tratta comunque di una problematica attuale che coinvolge sempre più la figura degli insegnanti. Un argomento “caldo” su cui la Gilda insegnanti della regione Calabria ha organizzato per il 5 aprile, ad Amantea (CS), un convegno molto interessante dal titolo “Maltrattamenti a scuola o scuola maltrattata” ). L’incontro si terrà presso l’Hotel Village Centro Congressi “La Principessa”.

Incontro ad Amantea, in Calabria: ‘La scuola maltratta o è maltrattata?’

I partecipanti previsti sono tanti: Gianluigi Dotti Responsabile Centro Studi Gilda, il prof, Rino Di Meglio Coordinatore Nazionale Gilda, il Dott, Diego Bouchè dirigente USR per la Calabria, l’ avv Luca Muglia G.O presso Tribunale Minori Cz, il Dott. Antonio Marziale Garante per l’infanzia Regione Calabria, il dott. Vittorio Lodolo Doria, medico esperto in SLC.
Il Prof Nino Tindiglia, coordinatore regionale della Gilda insegnanti, ritiene che “non si guardano con sufficiente attenzione le cause, questo è il vero problema. Si tratta di una vera e propria “esplosione del fenomeno” perchè gli insegnanti sono costretti a subire uno stress eccessivo: i bambini sono sempre più viziati, i genitori non educano più e permettono ogni cosa, l’aumento progressivo degli allievi per classe. Ma siamo davvero sicuri che la scuola maltratta? O forse è la scuola ad essere maltrattata – come dice il Prof Adolfo Scotto di Luzio – dalla politica, che si disinteressa sempre più della cultura e dell’istruzione per dare spazio solo a consumatori e manovalanza, e dall’opinione pubblica?”.

Le cronache riportano sempre più casi

Il dottor Antonio Marziale (Garante per l’infanzia e l’adolescente della regione Calabria) sta conducendo, appoggiata da numerosi psicologi, una battaglia molto sentita sul problema dei maltrattamenti fatti sui minori da parte di alcuni insegnanti. Marziale ha infatti chiesto al Ministero dell’Istruzione che, almeno una volta l’anno, i docenti di ogni ordine e grado siano sottoposti ad una visita di “tenuta psicoemotiva”.
“Il numero di bambini maltrattati corporalmente o psicologicamente nelle scuole, ormai si può definire “emergenziale” – spiega il dottor Marziale – basta leggere le cronache che riportano sempre più casi per rendersene tristemente conto. Il sommerso in realtà è di gran lunga superiore, a giudicare dalle segnalazioni che tanti, troppi  genitori mi indirizzano, salvo poi tirarsi indietro al momento di denunciare. Quel che è certo, non si può continuare ancora a lungo in questo modo”.
Fonte: Tecnica della Scuola