Valeria Fedeli meglio di Stefania Giannini

La nuova ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli è stata l’oggetto di un sondaggio fatto per conto del quotidiano Corriere della Sera dall’istituto Ipsos PA. In questo sondaggio è stato misurato l’indice di gradimento di tutti i ministri. In particolare è stato realizzato un confronto tra l’attuale governo Gentiloni e il precedente a guida Renzi. Nella lista di gradimento la Fedeli appare al settimo posto, contro il penultimo occupato dal suo predecessore Giannini in quello del governo precedente. E’ un risultato che dice sostanzialmente che ha fatto meglio della ex “montiana”.

IL CONFRONTO

In generale l’operato di questo esecutivo esce da questo sondaggio vincitore rispetto a quello “renziano”. Ciò è dovuto alla capacità di maggiore ascolto che ha mostrato rispetto al precedente. La Buona Scuola era stata la causa scatenante della perdita di consensi del PD e di tutto il governo che si è dimesso dopo il referendum costituzionale. La Giannini ne è uscita devastata, per via del fatto che il fallimento della riforma scolastica, emendata e corretta dall’attuale governo, aveva fallito nello scopo di eliminare il precariato. Anche l’ultima lettera inoltrata a Padoan per chiedere le 25mila cattedre aggiuntive ha sortito un effetto positivo sui risultati del sondaggio.

UNO STILE GARBATO

La nomina di Valeria Fedeli, come si ricorderà, era stata l’oggetto di pesanti discussioni incentrate tutte sulla mancanza della laurea. Dopo il passo falso iniziale l’attuale ministro ha però recuperato un po’ di terreno nei consensi, ponendola in posizione migliore rispetto alla contestatissima Stefania Giannini. In questi primi quattro mesi è riuscita con uno stile tutto suo, fatto di ascolto e capacità di mediazione. Su tutti la proposta per l’accordo della nuova mobilità con le percentuali assegnate alle Gae, GM 2016 e ai neo assunti in proporzione del 30% alle prime due e il restante 40% alla mobilità degli insegnanti neo immessi. Certamente ha influito la buona competenza dimostrata sulla complessa materia del mondo della scuola.

Potrebbe interessarti:  Salvini, ultime notizie 18/12: "La mia opinione sulla scuola"