Diplomati Magistrali in servizio alle scuole private

I diplomati magistrali ci scrivono spesso in relazione alle proprie situazioni personali. Molti di loro, stante lo scarso punteggio in graduatoria di istituto, lavorano con contratti a tempo determinato nelle scuole paritarie. La questione del valore abilitante del titolo sarà affrontata nel merito dal CDS e da questa potrebbe derivarne l’inserimento in Gae a pieno titolo. In questo modo i diplomati magistrali potranno ottenere un contratto a tempo indeterminato senza rischiare di essere licenziati. A qualcuno infatti è stato revocato l’inserimento con riserva e la conseguente assunzione, che conteneva però la clausola risolutiva espressa in caso di esito negativo del ricorso. Una di loro ci scrive chiedendo un consiglio sulla sua situazione in particolare.

LA LETTERA

La precaria in questione spiega che lavora da 8 anni in una scuola paritaria. Attualmente si trova inserita in GAE con riserva e risulta essere tra i primi nominativi in graduatoria. Vorrebbe lasciare la scuola paritaria a giugno in conseguenza della sentenza di merito ma per farlo dovrebbe presentare le dimissioni entro il 30 di aprile. Rinviare le dimissioni comporterebbe la trattenuta di due mensilità per mancato preavviso di 60 giorni. In questa situazione di estrema incertezza chiede un consiglio su come comportarsi.

LE INCOGNITE

Non si hanno a tutt’oggi notizie sicure circa la data della Plenaria. La questione potrebbe durare molto a lungo perché nel caso in cui, ad esempio, avessimo un giudizio favorevole dal CDS a settembre 2016, tutti i ricorsi pendenti attualmente al Tar dovranno poi tornare al Tar per la fase di merito. Questa potrebbe durare anche per tutto il prossimo anno scolastico 2017/2018. Fino ad allora è prematuro impostare qualsiasi strategia per lasciare la paritaria e trasferirsi nella scuola pubblica. Il consiglio che possiamo dare a questa nostra lettrice è solo quello di resistere nella attuale posizione, contando molto sul fatto che il piazzamento favorevole in GAE da essa vantato produrrà uno scorrimento in ruolo molto rapido.

Potrebbe interessarti:  ATA controlli graduatorie: diplomi falsi col massimo dei voti e telefoni irraggiungibili