Ultime notizie scuola, sabato 8 aprile 2017: Camilla Sgambato promette decreto ad hoc per formazione iniziale e reclutamento scuola dell'infanzia

Grande soddisfazione, naturalmente, da parte del Governo per l’approvazione delle deleghe Buona Scuola, avvenuta ieri nel Consiglio dei Ministri. Vi abbiamo già relazionato in merito alle dichiarazioni rilasciate dalla ministra Fedeli che, a proposito del nuovo sistema di reclutamento e formazione docenti per la scuola secondaria di I e II grado, ha parlato di ‘valorizzazione della professione insegnante’.

Ultime notizie scuola, sabato 8 aprile 2017: Camilla Sgambato promette decreto ad hoc per formazione iniziale e reclutamento scuola dell’infanzia

Ovviamente, i docenti della scuola dell’infanzia e primaria, in particolar modo i precari, hanno espresso tutta la loro preoccupazione in merito a quello che sarà il loro destino professionale. A questo proposito, riportiamo le dichiarazioni dell’onorevole Camilla Sgambato del Partito Democratico, membro della VII Commissione cultura e istruzione alla Camera.
‘Sono molto soddisfatta dell’approvazione definitiva delle deleghe della legge 107, che introducono importanti novità per i ragazzi oltre che per i docenti – ha scritto l’onorevole Sgambato sul proprio profilo personale Facebook – Tuttavia nei prossimi mesi dovremo ancora lavorare su alcuni aspetti: è assolutamente necessario dare seguito al lavoro avviato, con particolare attenzione alla scuola dell’infanzia. Abbiamo fatto un investimento importante sulla delega 0/6 a cui deve seguire un piano di reclutamento che ricalchi quanto fatto per la scuola secondaria. E’ arrivato il momento di dare risposte organiche anche a questo settore fondamentale del nostro sistema di istruzione.
Preciso che la delega sulla formazione iniziale e il reclutamento riguarda la scuola secondaria e quindi non può contenere alcuna norma per la scuola primaria. E’questa la ragione per cui non ci sono riferimenti al personale della scuola dell’infanzia. Per voi sarà necessario predisporre un percorso ad hoc. Su quanto punto da tempo ho garantito il mio massimo impegno.’
Naturalmente non sono mancati i commenti particolarmente duri alle parole dell’onorevole Sgambato: si parla di discriminazione, di ‘porcata’ e di presa per i fondelli e le ragioni sono evidenti.