Manifestazione davanti al Mef

In questi giorni si gioca sui tavoli del Mef una partita molto importante sulla questione degli organici della scuola. Come è noto, è stata presentata una interrogazione parlamentare affinché il Mef sblocchi i fondi destinati alla trasformazione delle cattedre da organico di fatto in organico di diritto. Si sa che in legge di stabilità sono stati stanziati 400 milioni di euro destinati proprio a questo scopo. Per sensibilizzare il ministero ci sarà una manifestazione organizzata dal Coordinamento dei docenti delle Gae della Puglia. L’appuntamento è per questo giovedì 13 aprile a Roma.

IL COMUNICATO

Nel comunicato diffuso in rete il Coordinamento richiama i colleghi e tutti gli amici e conoscenti affinché si realizzi la più ampia adesione possibile. Il braccio di ferro in corso tra il Miur che, come da loro spiegato nel comunicato, una volta tanto si schiera dalla loro parte, sta avvenendo tutto sulla differenza di 15.000 posti aggiuntivi che se autorizzati sbloccherebbero la situazione per tantissimi di loro. Siano essi residuali delle Gae o vincitori di concorso nelle GM, oppure ancora abilitati della II fascia che accederanno al regime transitorio, questo aumento renderebbe più veloce la stabilizzazione attesa da troppi anni.

IMPORTANZA ESTREMA DI UNA LARGHISSIMA PARTECIPAZIONE

La strategia della scelta della data, primo giorno delle vacanze pasquali, intende favorire una massiccia partecipazione, presupposto necessario al raggiungimento dell’obiettivo. Data l’importanza e la portata di un simile provvedimento appare quanto mai opportuno tentare la strada di una grande manifestazione a Roma. Non sono stati organizzati bus di trasporto, ragion per cui, per arrivare alle ore 12.00 al punto di raccolta alle Stazione Termini presso “casa italo”, per procedere poi verso la sede del MEF (ingresso di via xx settembre), o in alternativa direttamente davanti al ministero per la 14.00, bisognerà provvedere autonomamente. In conclusione si dice che “..a quanti avessero programmato una partenza per le vacanze pasquali, chiediamo di riflettere sulla posta in gioco: il nostro futuro e quello della scuola vale molto più di una vacanza!
Uniti e numerosi si vince!”

Potrebbe interessarti:  Salvini, ultime notizie 18/12: "La mia opinione sulla scuola"