Scuola: una nuova opportunità per i giovani agricoltori
Scuola: una nuova opportunità per i giovani agricoltori

Una scuola intitolata ad Emilio Sereni, che in vita fu partigiano, politico e storico dell’agricoltura di pregevole livello. Coloro che amano l’attività agricola e che desiderano preservare la natura ed il paesaggio, non possono non prendere come punto di riferimento tale importante figura. Sono state coinvolte tre aziende del nostro paese dalla “Scuola diffusa della Terra”, istituita dall’associazione ambientalista “Terra!“. Tale realtà offre l’opportunità di percorrere un excursus teorico e pratico, destinato ai giovani agricoltori. E’ stato, pertanto, indetto un bando riservato ai giovani italiani (fino ai 40 anni d’età) in cerca di lavoro. Per poter presentare la candidatura, gli aspiranti dovranno essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore, oppure che abbiano competenze teoriche e tecniche riguardanti il settore agricolo. Le candidature dovranno essere inviate entro il 27 Aprile 2017. Per farlo, è necessario compilare l’apposito form che è possibile trovare sul sito dell’istituto, dove sarà possibile apprendere tutte le informazioni principali.

Potrebbe interessarti:  Scuola, assunzioni docenti 2019/2020 ultime notizie: sarà turnover al 100% sulle cattedre

Bando scuola per aspiranti agricoltori: cosa c’è da sapere

Saranno alla fine selezionati 15 aspiranti agricoltori: i corsi si svolgeranno a Roma, presso la Cooperativa Co.r.ag.gio. La formazione sarà tenuta da importanti docenti, ricercatori, scienziati ed agronomi a livello internazionale. Ogni partecipante dovrà effettuare un versamento di 100 euro, necessario per le spese organizzative. Saranno garantiti alloggi per gli studenti che non risiedono nella Capitale. Tutto ciò deve essere considerato una vera e propria opportunità lavorativa.
Una volta conclusa la parte formativa, tre dei 15 aspiranti agricoltori avranno diritto ad un percorso di tirocinio all’interno di un’azienda, con tanto di retribuzione tramite borsa di studio. Tale progetto è, in tutto e per tutto, una reale possibilità di sbocco lavorativo. Sono previsti tre tirocini presso tre aziende: La Tabacca (sei mesi, Liguria); la Cooperativa Co.r.ag.gio (sei mesi, Liguria); La Felcetone (un anno, Toscana). Si tratta di tre aziende già avviate su un percorso di sostenibilità.