Scuola, assunzioni precari dal 2018: aliquote posti disponibili per ogni categoria
Scuola, assunzioni precari dal 2018: aliquote posti disponibili per ogni categoria

Come avverranno le assunzioni dei vari precari a partire dal 2018? Abbiamo già detto questa mattina che i docenti delle Gae avranno il 50% dei posti disponibili ogni anno, fino all’esaurimento totale della graduatoria. I tempi varieranno da regione a regione. La fase transitoria prevista per i docenti della scuola secondaria di I e II grado, riguarda anche i docenti abilitati e i non abilitati con 3 anni di servizio. Per queste due ultime categorie, le procedure di immissione in ruolo sono diverse: mentre i primi affronteranno un concorso per soli titoli ed un colloquio non selettivo per poi essere immessi in una graduatoria di merito ad esaurimento e da lì al percorso FIT, per i secondi è prevista una procedura concorsuale con prova orale e una scritta, che permetterà loro l’accesso al percorso FIT. Che aliquote di posti hanno a disposizione? Ecco cosa dice la normativa.
Assunzioni dopo la riforma scuola 2017: la tempistica prevista per tutti

Aliquote posti per assunzioni precari dal 2018

I precari delle GaE continueranno ad avere il 50% dei posti annualmente vacanti e disponibili, sino all’esaurimento delle graduatorie. Il restante 50% andrà suddiviso tra tutto gli altri precari (nuovi abilitati, GM, e GI). Il prossimo concorso per docenti abilitati sarà bandito, secondo quanto previsto dal decreto, entro febbraio 2018. A loro, tolti i posti da destinare alle Graduatorie del Concorso 2016, sono destinati le sequrnti aliquote:

  • 100% dei posti per il 2018/19 e 2019/2020;
  • 80% per gli anni 2020/2021 e 20201/2022;
  • 60% per gli anni 2022/2023 e 2023/2024;
  • 40% per gli anni 2024/2025 e 2025/2026;
  • 30% pe gli anni 2026/27 e 2027/2028;
  • 20% per i bienni successivi, sino al totale scorrimento di ciascuna graduatoria regionale di merito ad esaurimento.

Il concorso per docenti non abilitati con 3 anni di servizio, sarà bandito ogni 2 anni, e il primo entro il 2018. Tolti i posti da destinare alle Graduatorie del Concorso 2016 e ai docenti abilitati inseriti nella nuova graduatoria di merito ad esaurimento, sono destinati le sequenti aliquote di posti:

  • 100% dei posti per il 2020/2021;
  • 60% per gli anni 2021/2022;
  • 50% per gli anni 2022/2023 e 2023/24;
  • 40% per gli anni 2024/2025/ e 2025/26;
  • 30% negli anni 2026/27 e 2027/28;
  • 20% per i bienni successivi.

Per gli abilitati, dunque, è previsto un solo concorso. Per i non abilitati, sono previsti più concorsi con cadenza biennale. Quando termineranno non è possibile stabilirlo con certezza, ma qualcuno ipotizza che la fase transitoria possa protrarsi almeno fino al 2027/28.