Coordinamento nazionale docenti GaE su aumento organico di diritto

C’è grande attesa, soprattutto tra i docenti precari ancora iscritti nelle Graduatorie ad Esaurimento (ma non solo), di conoscere di quale entità sarà la trasformazione dei posti dall’organico di fatto all’organico di diritto. Sappiamo bene, infatti, come, se da una parte il Ministero dell’Istruzione ha chiesto l’aumento di 25mila posti, il Ministero delle Finanze sarebbe intenzionato ad autorizzarne, meno della metà, probabilmente intorno ai diecimila, forse anche meno.

Scuola, Coordinamento nazionale docenti GaE su aumento organico di diritto

Il coordinamento nazionale docenti Gae ha organizzato, a questa proposito, una grande manifestazione che si terrà a Roma, domani, giovedì 13 aprile, a partire dalle ore 14, davanti alla sede del Mef, in via XX settembre.
‘Mentre il MIUR si è battuto per la concessione di 25.000 cattedre, pare che il MEF voglia concederne 8.000/10.000, a discapito di TUTTI i docenti, non solo i precari delle GaE ed i vincitori di concorso nelle GM. L’invito a partecipare alla manifestazione è esteso a tutti i docenti anche se, lo ricordiamo, molti neoassunti hanno rifiutato, perché convinti che la trasformazione dell’organico di fatto in organico di diritto riduca la loro possibilità di ottenere assegnazioni provvisorie che, com’è noto, vengono concesse sull’organico di fatto.

Noi ci auguriamo – recita il comunicato del coordinamento nazionale docenti GaE – che vi sia una massiccia partecipazione da parte di tutte le categorie di docenti, nonché famiglie e associazioni, considerato anche che le cattedre da dare a ruolo su sostegno saranno molto inferiori rispetto alle 5.000 proposte dal MIUR (con queste prospettive e con l’approvazione della delega 378, l’anno prossimo il caos sul sostegno sarà peggiore rispetto all’anno in corso e i nostri alunni speciali verranno ancora lasciati in balia del minuetto dei docenti non specializzati). Il MIUR ci sostiene!’
Potrebbe interessarti:  Coordinamento Nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani: convegno sulla legalità