Treviso: due studentesse delle medie diventano madri
Treviso: due studentesse delle medie diventano madri

Il fatto è avvenuto a Treviso ed ha attirato l’attenzione su un istituto scolastico della città. Una ragazzina di 12 anni è rimasta incinta e pare che la neomamma abbia lottato fortemente per tenere il bambino. Sicuramente una madre molto precoce, appena adolescente. Nonostante la giovanissima età, la studentessa delle medie ha dato la priorità alla vita del della sua creatura. Tuttavia, l’episodio non finisce qui! Sempre nella stessa scuola frequentata dalla dodicenne, anche una sua compagna di 13 anni, diventerà mamma a breve. Stiamo parlando di due piccole donne, tutto sommato, ancora delle bambine.

Treviso: il doppio caso delle studentesse neomamme

Come la sua compagna di un anno più piccola, anche la tredicenne ha difeso strenuamente il suo desiderio di diventare mamma. Davanti ai genitori ed all’intera società, ha mostrato forza, tenacia e determinazione. Aborto? Non se ne parla neanche! Il padre del nascituro è un ragazzino rom di quasi 15 anni, e non ha certo nascosto il prossimo lieto evento che gli cambierà per sempre la vita.
Due neomamme precoci, due studentesse delle medie, eppure così forti caratterialmente. Le ragazzine hanno praticamente stravolto qualsiasi schema o categoria riguardante una fascia d’età particolare e delicata, in cui un essere umano sta appena uscendo dallo status di bambino, per affacciarsi a quel periodo fragile e complesso della vita, chiamata adolescenza.

Mamme precocissime: una rivoluzione?

In meno di un anno, due famiglie, un istituto scolastico ed un’intera comunità, hanno vissuto (chi direttamente, chi indirettamente) un’esperienza che capita davvero di rado, almeno nel nostro paese. Molte le emozioni che possono trasparire dinanzi ad un fenomeno simile: stupore, shock, forti perplessità. Ci si chiede, a questo punto, cosa abbiano pensato le famiglie, gli insegnanti e i compagni di scuola delle due ragazzine? Le studentesse provengono entrambi da famiglie italiane medio-borghesi, assolutamente normali e tranquille. E’ sicuramente difficile riuscire a metabolizzare simili eventi, in tali contesti. Si parla dunque (a ragione) di preadolescenza accelerata, al di fuori dai soliti canoni sociali. Le due ragazzine riusciranno a sostenere l’onere di essere madri? Solo la storia saprà risponderci.