Tfa Sostegno

Ci sono novità sul prossimo Tfa Sostegno. E’ lo stesso sito del Miur a comunicare alcune rettifiche. I candidati avranno più tempo per prepararsi ai test preliminari di ammissione al prossimo corso Tfa sostegno. Le date inizialmente individuate nel DM 141/2017 si sono rivelate inidonee. Ragion per cui si è reso necessario uno spostamento delle stesse. Con l’occasione, si è ritenuto necessario procedere alla modifica del DM 141/2017, al fine di eliminare alcuni refusi presenti nel testo. Questo per consentire la più ampia partecipazione ai test preliminari e garantire un’adeguata organizzazione, con un corretto e tempestivo svolgimento della selezione.

I TEST A MAGGIO

Le novità afferenti alle modifiche necessarie sono contenute in un articolo unico. Si disciplina lo spostamento delle date inizialmente fissate per i giorni 19 e 20 aprile di circa 30 giorni. Leggiamo infatti testualmente “ L’articolo 1, comma 5, del DM 10 marzo 2017, n. 141 indicato in premessa è modificato nel senso che le date di svolgimento dei test preliminari per tutti gli indirizzi della specializzazione per il sostegno, individuate nei giorni 19 e 20 aprile 2017, sono posticipate ai giorni 25 e 26 maggio 2017.”

MODIFICHE DEL NUMERO DI POSTI

Un’altra rettifica riguarda il numero complessivo dei posti a disposizione. Le modifiche riguardano le università di Padova e di Roma. Nell’ateneo veneto i posti complessivi sono 280, di cui 40 per la scuola dell’infanzia, 100 per la primaria, 100 per la scuola secondaria di I grado e 40 per la scuola secondaria di II grado. Per ciò che attiene all’università di Roma Tre viene comunicato testualmente che “in convenzione con l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale e i posti alla stessa assegnati per la scuola secondaria di secondo grado sono rettificati in 220, invece che 200”. In allegato si può consultare la tabella riassuntiva dell’offerta formativa relativa alla specializzazione sul sostegno.
Scarica
Tabella Riassuntiva Offerta Formativa

Potrebbe interessarti:  Calendario scuola, Bussetti sulle ore di insegnamento: ecco cosa dicono gli ultimi dati