Pensione: la scuola perderà il 40% degli addetti nei prossimi 10 anni
Pensione: la scuola perderà il 40% degli addetti nei prossimi 10 anni

Il settore pubblico, come riportato dal “Quotidiano.net”, è a forte rischio. Infatti, oltre un milione di dipendenti pubblici si avvia verso la pensione, con pesanti ripercussioni in tutti i settori: la Scuola, ad esempio, tra amministrativi e insegnanti dai 55 anni in su (380mila), perderà circa il 40% degli addetti nei prossimi dieci anni. Se consideriamo che potrebbero lasciare anche quelli che hanno dai 50 anni in su, nei successivi cinque anni, si potrebbe arrivare a una cifra molto più elevata: almeno 590mila, più della metà dei 943mila lavoratori del settore. Per quanto riguarda l’università altri 37 – 38mila si trovano più o meno nelle stesse condizioni.

Nella scuola, tra amministrativi e insegnanti, tantissimi andranno in pensione

Le cifre sono altrettanto elevate, passando al settore della sanità: su un totale di circa 653mila addetti, 216 mila sono gli over 55, ma si arriva a toccare quota 355mila se nel conto si mettono anche coloro che hanno più di 50 anni. Una situazione che si profila a dir poco drammatica. Altrettanto drastico e preoccupante il tracollo degli occupati nel corpo di polizia: su 211mila complessivi, se non rimpiazzati, ne mancheranno circa 60mila.
I troppi vincoli della finanza pubblica, purtroppo, non consentono un adeguato ricambio: “Il milione di dipendenti che nei prossimi dieci anni andrà in pensione – spiega l’ex segretario generale del ministero del Lavoro Francesco Verbaro, presidente di Formatemp ed esperto di Pa – non potrà essere sostituito completamente perchè ci costerà già parecchio in spesa pensionistica. Dovremo quindi realizzare veramente (e non solo con annunci) un Pa digitale, rivedere i modelli organizzativi e individuare quindi i profili necessari e strategici da assumere in futuro. Potrebbe sembrare quasi banale – conclude – ma si tratterebbe di un metodo davvero “rivoluzionario” per le nostre amministrazioni”.

Potrebbe interessarti:  Scuola, ministro Bussetti, altro annuncio: 'Nasce la Superiore Meridionale di Napoli'

Senza un adeguato ricambio molti servizi a rischio nei prossimi 10 anni

La prospettiva che si profila all’orizzonte – scrive il Quotidiano.net – appare piuttosto preoccupante: da quest’anno in avanti saranno tantissimi coloro che andranno in pensione, e a ritmi sempre più crescenti. Senza un adeguato turn over, con il personale praticamente dimezzato, nei prossimi anni molti servizi saranno a rischio.
Fonte: La Tecnica della Scuola