Lettera di un bambino di quarta elementare sui 'troppi compiti a casa'

La questione relativa ai compiti a casa continua a far discutere. Probabilmente i nostri lettori conosceranno Maurizio Parodi, dirigente scolastico ma soprattutto autore di un libro che ha fatto molto discutere, intitolato ‘Basta compiti!’. Parodi, nel sottolineare l’efficacia del modello finlandese, quale sistema ‘al top mondiale nelle classifiche ufficiali sull’educazione’, si soffermò sulla loro abolizione. ‘Noi invece siamo maglia nera e facciamo vivere nello stress gli alunni e le famiglie.’

A proposito, riportiamo la lettera scritta da un bambino di nome Alessandro (e pubblicata sul portale ‘Noi mamme’) e indirizzata proprio a Maurizio Parodi.

Lettera di un bambino di quarta elementare sui ‘troppi compiti a casa’

‘Caro Maurizio – si legge nella letterina – sei venuto nella mia scuola quando frequentavo la seconda. Le mie maestre ti hanno ascoltato, ma non hanno capito niente perché, da allora, io di compiti ne ho fatti tanti e litigo a volte con la mamma per colpa dei compiti. Ora sono in quarta e i compiti non sono tanti…sono troppi!!’
Maurizio Parodi ha risposto attraverso il portale, sottolineando come Alessandro abbia ragione, rammaricandosi di non essere riuscito a convincere le sue maestre: il DS ha affermato come i compiti provochino odio e repulsione per i libri, aumentando le disuguaglianze oltre ad essere una delle cause principali della dispersione scolastica. ‘Costringono i genitori a sostituire i docenti nel compito più importante, quello di insegnare ad imparare – scrive Parodi.
Dichiarazioni decisamente polemiche quelle di Parodi: ‘Trasformano le vacanze, delle quali soprattutto i bambini hanno diritto e bisogno, in un supplizio per tutta la famiglia (i soli a goderne sono proprio i docenti). Negli altri Paesi europei – conclude Parodi – si danno pochissimi compiti o non se ne danno affatto, eppure gli studenti sono molto più preparati dei nostri, abbandonano la scuola in misura nettamente inferiore e beneficiano di interventi compensativi veramente efficaci’.
Il giudizio sulle dichiarazioni ‘forti’ di Maurizio Parodi, lo rimettiamo ai nostri lettori.