Laureati in scienze della formazione primaria

Il destino dei laureati in Scienze della Formazione Primaria del vecchio ordinamento, se lo si guarda dall’interno della scuola, appare ancora a tinte fosche. Gabbati dalla legge che chiuse le Graduatorie ad Esaurimento senza predisporre un loro inserimento con riserva, come sarebbe stato giusto in base alla L.53/2003, dimenticati dal governo nell’attuazione del piano transitorio limitato alla secondaria, si dibattono ogni anno per non soccombere nel precariato. Lungi da loro l’idea di rinunciare alla stabilizzazione, o per la via giudiziaria o per mano di un altro esecutivo più avveduto, cercano e spesso trovano riparo nelle scuole paritarie o in quelle comunali. In attesa che qualcuno si ricordi che esistono ancora 8900 laureati in Scienze della Formazione Primaria vo, qualche Comune emette bandi di concorso per contratti a tempo determinato rivolti a loro.

Il concorso

L’occasione di lavoro la offre il Comune di Bologna che sta cercando 33 insegnanti della scuola d’infanzia. Sul sito del Comune c’è il bando di concorso rivolto ai laureati in Sfp e ai diplomati magistrali per coprire le esigenze di organico a tempo determinato. Chi lo passerà sarà inquadrato nel profilo di Categoria C ed avrà uno stipendio annuo lordo che ammonta esattamente a € 19.454,00 all’anno. Oltre al titolo è richiesta anche l’esperienza nella mansione dell’insegnamento nella scuola d’infanzia.

La domanda di partecipazione

Nessun timore se non si dovesse rientrare tra i vincitori. Anche gli idonei inseriti nella graduatoria finale potranno continuare a sperare in una chiamata durante l’anno. Il bando specifica che la graduatoria finale potrà essere usata anche per coprire le esigenze che dovessero rendersi necessarie sia a tempo pieno che part-time. La scadenza per presentare la domanda di partecipazione è per il 19 maggio. Ci si rivedrà poi il 30 maggio per le prove scritte. Il tempo di procedere alle correzioni e stilare la graduatoria di merito ed entro l’estate ci si può ritrovare assunti. Per completezza di informazione diremo che il Comune di Bologna ha indetto un’altra selezione pubblica per la copertura di 13 posti di operatore ai servizi scolastici. La scadenza è la stessa (19 maggio) mentre la retribuzione totale lorda è di € 17.244,00.

Potrebbe interessarti:  Concorso dirigenti scolastici: le materie da studiare per arrivare preparati