M5S e Pd al governo insieme impossibile

PD e M5S insieme al governo: impossibile commentano i docenti. Suscita incredulità e polemica l’intervista a Otto e Mezzo di Travaglio. Sul Corriere della Sera gli fa eco Di Battista: “ma manco morto!”. Un uno due di emozioni contrastanti da stendere al tappeto anche un toro. Solo una ipotesi oppure una provocazione per sondare l’umore della piazza? Di certo c’è, come ribadito dallo stesso giornalista, che con il Pd di oggi questo non è affatto possibile.

L’ipotesi

All’origine dell’idea di una accoppiata di questo genere ci sono le posizioni tra loro inconciliabili che Lega e M5S dimostrerebbero di avere. Altre alleanze non sono possibili, secondo il giornalista intervistato. Ecco che a questo punto emerge l’ipotesi di un accordo tra i due maggiori partiti nei sondaggi: PD e M5S insieme al governo. Questo però solo ad una condizione, precisa Marco Travaglio. Serve che Matteo Renzi torni quello delle origini; esistono dei punti di contatto.

Alleanza no grazie

Il punto in questione riguarda la condivisione di idee e linee programmatiche al momento troppo distanti tra loro. Ricordiamo il primo Bersani che ebbe l’incarico di formare il nuovo governo e il tentativo di coinvolgere in quella esperienza il M5S. Ma allora come oggi, non esistono questi presupposti. Alessandro Di Battista, con tutto il bene che vuole a Travaglio (cit.), rimarca l’inutilità di una alleanza di questo tipo. Il movimento ha in sé la capacità e la forza di governare da solo. Se non si dovesse raggiungere il 40% si chiederebbe di condividere il programma. Ed è su questo punto che il giornalista apre all’ipotesi in oggetto.

Le reazioni a caldo

telegram-scuolainforma-336x280

I primi commenti a caldo dei docenti alla notizia sono unanimi. Si tratta di una bufala, scrivono sicuri. Altri imprecano alla mancanza di intelligenza di chi riporta notizie del genere. I più avveduti, la maggioranza fortunatamente, argomenta con cognizione di causa le proprie ragioni. “Lui parla di punti di intesa con il Renzi dei primi giorni, quello che ha illuso tutti gli italiani, l’alleanza in politichese è un’altra cosa. Mi sembra di aver capito così!” risponde uno di loro.