Orario di servizio dei docenti

L’orario di servizio dei docenti è di competenza esclusiva dei dirigenti scolastici. Qualora tale orario fosse suddiviso su due plessi scolastici, interviene un accordo tra i DS, fermo restando che quello migliore è dettato dal buon senso. La competenza dei ds è normata dagli artt. 5, comma 2, e 40, comma 1, del D.Lgs. n. 165/2001. Capita però ancora che qualche dirigente scolastico esuli da questa normativa per tappare le falle che si producono nella propria scuola. E il danno maggiore di disposizioni contrarie a quanto disciplinato dalla normativa scolastica ricade tutto sui docenti. Ci scrive una docente precaria che ci chiede se un vice preside abbia ragione a farle recuperare alcune ore a causa di una gita scolastica già autorizzata con una delle due scuole ove presta servizio.

La lettera

Nella lettera giunta alla nostra redazione, la docente illustra la sua situazione. E’ impegnata su due scuole con un orario così organizzato: 14 + 4 ore su posto vacante fino al 31/08/2017. Adesso dovrà accompagnare in gita scolastica i ragazzi della scuola dove presta servizio per quattro ore di lezione a settimana. Ovvio che ciò non renda possibile svolgere lezione nell’altro plesso ma la Vice Preside le dice di recuperare le tre ore in questione. Va da sé che la docente è comunque impegnata nell’altra scuola come accompagnatrice ad una visita d’istruzione. Ci chiede chi ha ragione a questo punto.

Nessun obbligo di sostituzione

Un docente che lavora in due istituti diversi ed è impegnato come docente accompagnatore in una gita scolastica, se autorizzato dai rispettivi DS, non è tenuto affatto a recuperare le ore di lezione che non potrà effettuare in una delle due scuole in quanto a tutti gli effetti in servizio. Spesso alcuni sprovveduti collaboratori del preside eccessivamente pignoli e saccenti, cercherebbero di far credere il contrario. Tale disposizione non è legale in quanto vorrebbe dire fare cinque ore di lezione consecutiva. In conclusione appare evidente come in una situazione così descritta la docente non abbia nessun obbligo di sostituzione di altri colleghi assenti.

Potrebbe interessarti:  Scuola, assunzioni docenti ultime notizie: precariato emergenza nazionale, subito doppio canale reclutamento