Chiamata diretta scuola, nota Miur: tempistica delibere e istruzioni per il collegio docenti
Chiamata diretta scuola, nota Miur: tempistica delibere e istruzioni per il collegio docenti

La chiamata diretta nella scuola subisce importanti modifiche a seguito dell’accordo fra Miur e sindacati, che il Ministero ribadisce con una nota si aprile, in cui vengono date le istruzioni e la tempistica prevista. A partire da quest’anno, la chiamata diretta nelle scuole non sarà a discrezione del Dirigente, ma sarà il collegio dei docenti a elaborare i criteri per la selezione degli insegnanti, su proposte del DS.

Nota Miur chiamata diretta nella scuola 2017/18

La nota Miur sulla chiamata diretta dice: ” La contrattazione definita in data 11 aprile u.s., infatti, introduce la necessità di una deliberazione del Collegio dei docenti, su proposta del Dirigente scolastico, sul numero e la specifica dei requisiti da considerare utili ai fini dell’esame comparativo delle candidature dei docenti titolari su ambito territoriale. I requisiti in parola andranno individuati da ciascun Dirigente scolastico in numero non superiore a sei tra quelli indicati nell’allegato A dell’ ipotesi e proposti all’approvazione del Collegio docenti in tempo utile per la predisposizione dell’avviso, da pubblicare all’albo dell’istituzione scolastica entro il decimo giorno precedente il termine fissato dall’Ordinanza Ministeriale n. 221 del 12 aprile 2017 per la pubblicazione dell’esito dei movimenti del grado di istruzione al quale si riferisce la procedura di passaggio da ambito a scuola. Pertanto gli avvisi in parola dovranno essere resi noti secondo la seguente tempistica, che si sintetizza anche in ordine al termine perentorio che l’ipotesi contrattuale assegna al Collegio docenti per addivenire ad una deliberazione: sette giorni dall’ultima data utile per la pubblicazione degli avvisi.”

Tempistica prevista

Schema tempistica nella nota Miur sulla chiamata diretta:
Tempistica
“Con successiva nota saranno definite le ulteriori tempistiche per la presentazione delle candidature e dei Curriculum Vitae da parte dei docenti titolari su ambito, per l’individuazione dei destinatari degli incarichi e per l’azione surrogatoria da parte degli Uffici regionali. ”
Visualizza la nota Miur per intero