Renzi Emiliano e Orlando sulla scuola

La perdita di due milioni di voti fa ancora male in seno al Pd. La scuola è evidentemente un buon serbatoio di consensi per vincere le elezioni e governare. Anche Emiliano sembra essersi convertito alla causa della riforma del settore Istruzione. Lui e Orlando, candidati alle primarie del Pd, hanno dato vita ad un confronto all’americana a 3 su Sky ieri sera. Vivace il botta e risposta soprattutto tra i due sfidanti e l’ex premier fissato con i bonus e la ricetta del liberismo a scapito del welfare sociale.

I temi sul tavolo

Renzi ha detto che su un nuovo patto del Nazareno dovrebbe decidere il Parlamento. E’ chiaro che pur di governare lui sarebbe il primo ad approvarlo, facevano intendere gli altri due. Orlando aveva recitato il de profundis per il leader dem: “La stagione di Renzi è finita”. Il riferimento era alla vicenda Consip. Sul voto on line alle primarie il comitato Orlando aveva evocato possibili brogli. Emiliano gli rinfaccia anche il fatto di aver realizzato una riforma scolastica che ha immesso in ruolo 100mila docenti precari e che ora ce li ha tutti contro.

Confronto sulla scuola

Renzi sfida Emiliano ad affiancarlo nel caso vinca le prossime primarie il prossimo 30 aprile. La scuola diventa il terreno di confronto-scontro tra i due. L’ex Governatore respinge le avances dell’ex premier gelandolo con un “Assolutamente no – ha risposto – se continui come nei mille giorni farò opposizione costruttiva, eviterò che tu commetta errori. Sei riuscito nell’impresa incredibile di stabilizzare 100mila insegnanti e metterteli tutti contro. Non posso farti commettere un errore del genere”. I due sembrano proprio contendersi le simpatie di Ata e personale docente della scuola pubblica.

Chi è in testa nei sondaggi

Il risultato dei sondaggi vede vincente l’ex governatore della Puglia con il 38,47% dei telespettatori. L’ ex presidente del Consiglio ha ottenuto il 36,11% di preferenze. Più staccato dai due è l’ex ministro della Giustizia Orlando con solo il 25,42% dei consensi.

Potrebbe interessarti:  Scuola, assunzioni docenti ultime notizie: precariato emergenza nazionale, subito doppio canale reclutamento