Formazione in servizio

Sulla Formazione in Servizio dei docenti c’è ancora tanta confusione in giro. In particolare è l’obbligo alla formazione l’argomento sul quale si concentrano i maggiori dubbi. Per dissiparli sono intervenuti il Miur con una nota emessa lo scorso 15 settembre 2016 (la n. 2915) e un pronunciamento da parte del Tar Lazio. Intanto diciamo subito che la Formazione in Servizio è obbligatoria esclusivamente per i docenti immessi in ruolo.

La nota Miur

Il punto da cui partire è la nota 2915 sulla formazione del personale docente che anticipava il Piano nazionale di formazione previsto con la legge 107. Il significato dell’obbligatorietà sta tutto nel concetto di etica e impegno professionale ad ottemperarvi. Le azioni formative per gli insegnanti di ogni istituto sono inserite nel Piano Triennale dell’Offerta formativa, in coerenza con le scelte del Collegio Docenti che lo elabora sulla base degli indirizzi del dirigente scolastico. L’obbligatorietà non si traduce, quindi, automaticamente in un numero di ore da svolgere ogni anno, ma nel rispetto del contenuto del piano.

Collegio docenti fissa liberamente

Quindi non c’è un obbligo strettamente attinente ad un numero di ore predeterminato perché l’obbligatorietà è legata solo ai contenuti del Piano. Questo fa in modo che l’autonomia delle istituzioni scolastiche sia rispettata. Esse possono progettare la formazione dei docenti in base ad esigenze da loro espresse. Non c’è nessuno che cali dall’alto una direttiva in tal senso. Non è perciò un problema quantitativo (tempo dedicato), quanto piuttosto un problema qualitativo (capacità dei formatori). E’ il Collegio docenti a determinare liberamente il monte ore necessario da dedicare alla formazione del personale scolastico.

Solo docenti di ruolo

A conferma del fatto che i docenti a tempo determinato non sono obbligati a formarsi interviene una pronuncia del Tar. Il ricorso prendeva in esame il diritto a percepire il bonus formazione. Nelle more del rigetto del ricorso da parte dei giudici amministrativi veniva detto che “soltanto per il personale docente di ruolo la formazione è divenuta obbligatoria, mentre alcun obbligo al riguardo è analogamente statuito con riguardo ai docenti a tempo determinato”.

Potrebbe interessarti:  Calendario scuola, Bussetti sulle ore di insegnamento: ecco cosa dicono gli ultimi dati