Quindicenne cade e si rompe gli occhiali: la famiglia chiede i danni alla scuola
Il ragazzino si fa male a scuola e la famiglia chiede i danni. E’ successo all’Istituto ‘Edison Volta’ di Venezia Mestre: la vicenda risale al 3 marzo scorso quando uno studente quindicenne, al rientro in classe dopo le ore di laboratorio, è stato urtato da due compagni che, a loro volta, si stavano spingendo reciprocamente.

Quindicenne cade e si rompe gli occhiali: la famiglia chiede i danni alla scuola

Come riportato dal quotidiano online ‘La Nuova Venezia‘, il giovane si è ferito sbattendo la testa su una parete e procurandosi la rottura degli occhiali.
A questo proposito, l’Ufficio legale dell’Adico, associazione mestrina che tutela i consumatori ha chiesto alla scuola di attivare la propria assicurazione per risarcire i danni subiti dal ragazzo, in particolar modo per la rottura degli occhiali’.

Il papà del ragazzo: ‘Perché nessuno mi ha avvertito e perchè mio figlio non è stato subito portato al Pronto Soccorso?’

L’Adico accusa, infatti, la scuola di non aver provveduto ad avvertire i genitori del ragazzo e di non essersi rivolti al Pronto Soccorso. Il papà del quindicenne infatti ha raccontato: “Il professore che seguiva la classe ha preso mio figlio e lo ha accompagnato a casa, lasciandolo lì. Quando ho saputo dal ragazzo ciò che era successo sono rimasto di stucco: perché nessuno mi ha avvertito? Perché non è stato portato immediatamente al Pronto soccorso, come ho fatto subito invece io?”.

Il presidente di Adico, Carlo Garofolini ha giustificato così l’azione legale intrapresa nei confronti della scuola: ‘Se la direzione dell’istituto si fosse semplicemente scusata, come ha fatto il professore che ha accompagnato il ragazzo a casa, questa azione non sarebbe stata necessaria. Anche se le responsabilità della scuola sono palesi. I genitori andavano avvisati e lo studente portato in ospedale’.

Potrebbe interessarti:  Scuola, assunzioni docenti 2019/2020 ultime notizie: sarà turnover al 100% sulle cattedre