Padova: pavimento squarciato alla scuola media Petrarca
Padova: pavimento squarciato alla scuola media Petrarca

Vari scricchiolii e le piastrelle del pavimento che si sono innalzate per poi creare uno squarcio. C’è chi, impaurito, ha pensato ad un terremoto, chi invece temeva che stesse avvenendo un crollo. I ragazzini, nella loro ingenua incoscienza, ridacchiavano, mentre i docenti nutrivano seri timori. Certo è  che l’evento ha destato molta preoccupazione tra gli insegnanti ed il personale della scuola media Petrarca sita in via Concariola (Padova) dove è subito scattato il piano di emergenza. Evacuate cinque classi dal primo piano. La dirigente scolastica, Lucia Marcuzzo, ha immediatamente contattato i tecnici comunali per le opportune perizie. Non sono stati chiamati, invece, i vigili del fuoco. Il dirigente comunale Luigino Gennaro ha subito smorzato le preoccupazioni per il fenomeno, affermando che si è trattato solo di una “semplice dilatazione termica”.

Scuola media Petrarca: che cosa è successo?

L’episodio è avvenuto ieri intorno alle 12:30. Nella seconda A, la classe più numerosa dell’istituto (29 studenti), si stavano tenendo le regolari lezioni. Ad un tratto, i ragazzi hanno avvertito uno strano rumore. Le piastrelle del pavimento si sono innalzate, una dopo l’altra, andando a formare una grossa crepa. Tra stupore e sconcerto, il docente ha fatto uscire, immediatamente, tutti gli alunni dall’aula. Alcuni cigolii sembrano essere stati avvertiti anche nel piano superiore dell’edificio, più precisamente in palestra. Anche in tal caso, il docente ha fatto uscire gli studenti, per tutelare la loro incolumità. Le classi dell’ala nuova della scuola media Petrarca, sono state in questo modo evacuate, tra il caos e la paura generale.

L’arrivo dei tecnici

Intanto, in quell’atmosfera di panico e preoccupazione, sono finalmente arrivati i tecnici del Comune. Costoro hanno subito compreso la situazione, affermando che si trattava di un fenomeno di dilatazione termica. Una situazione non così grave, che non ha quindi richiesto l’intervento dei vigili del fuoco, un corpo più adatto ed esperto, riguardo ai problemi di staticità di edifici.
Fonte: Il Mattino di Padova