Scuola, Turi risponde a Renzi: 'Non è solo problema di comunicazione, vanno corrette le scelte'

Il segretario generale della Uil, Pino Turi, ha prontamente replicato all’ex Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in merito alle sue recenti dichiarazioni inerenti ai problemi legati alla sua contestatissima riforma, la Buona Scuola.

Ultime notizie scuola, lunedì 8 maggio 2017: ‘Renzi, vanno corrette le scelte, non c’è problema di comunicazione con la scuola’

Commentando il ‘ritorno’ dell’ex sindaco di Firenze, rinominato quale segretario del suo partito, il Partito Democratico, Turi scrive sul sito ufficiale della Uil Scuola:
‘Quando Matteo Renzi dice di mettere al centro dell’azione politica le persone e non gli algoritmi, ammette di avere sbagliato, ma non pensi che sia solo un problema di comunicazione e di coinvolgimento, ci sono anche scelte di merito che vanno corrette. Non sono scelte che riguardano il ruolo di intermediazione sindacale – continua Pino Turi – che ha mostrato di essere necessario ed insostituibile, e che ora la ministra Fedeli sta tenacemente perseguendo.
Bisogna rimettere al centro dell’azione politica sulla scuola gli investimenti per la scuola statale. Ciò significa ripristinare il pluralismo interno alla scuola, ridare anima e corpo alla libertà di insegnamento e tornare a dare fiducia alla scuola dell’autonomia, intesa come comunità libera ed indipendente, che non può essere confusa con quella della legge del Governo.