Docenti abilitati col Tfa inseriti in Gae

Anche gli abilitati con il Tfa possono tornare a sperare di essere inseriti nelle Gae. Alla nostra redazione è giunta la notizia di un accoglimento di un ricorso in Cds al loro inserimento nelle suddette graduatorie. Questa segue di pochi giorni quella relativa ai diplomati magistrali dove la sentenza breve di rigetto del Tar è stata respinta. In questo caso c’era stato invece un primo accoglimento impugnato però dal Miur che ha proposto appello.

Il Comunicato dello studio legale

Ancora una vittoria dello Studio Legale BFI in collaborazione con l’avv. Luigi Russo. Con l’ordinanza 1943/17 il Consiglio di Stato ha respinto l’appello del Miur a un’ordinanza emessa dal TAR Lazio con la quale inseriva in Gae quattro docenti in possesso dell’abilitazione TFA. Il supremo organo di giustizia amministrativa, in sede cautelare, ha ravvisato che: “Rilevato che la tutela cautelare invocata, concessa con l’ordinanza impugnata, è preordinata all’immissione dei ricorrenti nella graduatoria in fase d’esaurimento, senza che in contrario rilevino cause ostative“. Pertanto i docenti possono restare nelle Graduatorie ad esaurimento sino al pronunciamento nel merito.

Una conferma

Come spesso accade le sentenze del Tar vengono ribaltate completamente dai giudici di Palazzo Spada. Il massimo consesso di giustizia amministrativa conferma di voler mantenere fermo l’orientamento espresso in molte pronunce. Vero è che per arrivare all’epilogo finale c’è ancora diversa strada da fare. I giudizi di merito dovrebbero arrivare in un lasso di tempo compreso tra i 12 e i 18 mesi. Un inserimento a pieno titolo degli abilitati con il Tfa, ai quali presumibilmente potrebbe seguirne uno analogo per gli abilitati col Pas, andrebbe a determinare la doppia possibilità di scorrere in ruolo da Gmr e da Gae. I tempi del transitorio prevedono infatti, dopo aver affrontato il colloquio orale, lo svolgimento dell’anno di prova sin dall’a.s. 2018/2019 almeno per quelli delle cdc dove le Gae risultano esaurite. Ma per dicembre 2018 potrebbe arrivare anche l’inserimento in Gae. Una doppia possibilità che auspichiamo possa verificarsi per tutti gli abilitati Tfa e Pas.