Scuola dell'infanzia news: per Gallo progetto 0-6 inutile

Le docenti delle Gae Infanzia sono scettiche circa la bontà del progetto 0-6. La ragione è contenuta nella scarsità di risorse economiche stanziate con la legge 107. Su questo tema è intervenuto Luigi Gallo del M5s, deputato in Commissione Cultura, a margine del convegno nazionale “Scuola dell’infanzia e Sistema integrato 0-6, Analisi di Fattibilità” che si è svolto all’università di Firenze.
Non c’è una lira, bambole
Così come è stato ideato dal governo serve a ben poco, secondo Gallo. Si tratta di un progetto eccessivamente ambiguo. I famosi 200 milioni di euro stanziati per questo progetto in realtà non esistono. Questo lo si evince dalla lettura dell’articolo 13 della legge 107. Le risorse vengono prelevate dal fondo istituito con la Buona Scuola. Ma questi altro non è che una semplice partita di giro. A conferma della mancanza di soldi c’è il report del Ministero dell’Economia che a gennaio di quest’anno segnalava l’assoluta assenza di aumenti ai fondi per l’istruzione.

Unica comunità educante

Il deputato pentastellato ricorda il programma del M5s al riguardo. L’intenzione è quella di inserire delle equipe territoriali di supporto ai docenti e al sistema scuola per tutti gli ordini e gradi del sistema scolastico. Non serve alla scuola la separazione 0-6 dei bambini ed inoltre non bisogna mai perdere di vista le priorità essenziali. Occorre infatti definire quali sono i livelli essenziali di prestazione per l’istruzione e successivamente fissare i livelli minimi di servizio per legge. Oltre a questo non va mai dimenticato che se si vuole una scuola di qualità bisogna anche adeguare gli stipendi. E’ questo in sintesi il pensiero di Gallo che stronca il progetto 0-6 rivolto ai docenti della scuola d’infanzia.

Loading...

Una alternativa

Nel settore dell’istruzione il governo non solo non ha investito, anzi. Nei prossimi anni è prevista ancora una ulteriore diminuzione di fondi. Forse, giunti a questo punto, sarebbe meglio accogliere la proposta delle docenti delle Gae infanzia di immetterle in ruolo sul potenziamento.

Loading...