Un roseto a scuola in memoria della custode Rosalba
Un roseto a scuola in memoria della custode Rosalba

Rosalba Indelicato, questo il nome della custode che ha svolto a lungo e con passione il suo lavoro, finalizzato al benessere degli alunni. Nei giorni scorsi si è spenta a causa di una grave malattia, lasciando nel cuore di docenti e colleghi – con cui condivideva amicizia e collaborazione – un profondo vuoto. Le insegnanti della scuola primaria, in memoria di Rosalba che per circa 18 anni ha lavorato insieme a loro, hanno voluto lasciare un segno perenne della sua presenza nella struttura: uno splendido roseto, piantato in sua memoria, alla scuola Bachelet di Monza.

Le insegnanti hanno voluto un roseto, in memoria di Rosalba

Sempre presente con i bambini, disponibile e affettuosa con colleghi e docenti, discreta e riservata ma sempre pronta a collaborare con tutto il personale scolastico. Una scelta naturale, visto l’amore che nutriva per esse, decidere di piantare delle rose nel giardino della scuola. “Mi piaceva tantissimo la sua creatività – racconta un’insegnante – oltre a sapere tutto sulle piante sapeva cucire e lavorare all’uncinetto, tanto è vero che aveva creato dei simpatici cappottini per il suo cagnolino Boss. Fianco a fianco abbiamo condiviso tanto in questi ultimi anni, anche la passione per la musica: all’entrata dei bambini, mentre faceva le pulizie, metteva dei brani di musica classica in sottofondo. La malattia che l’ha colpita non le permetteva più di essere presente a scuola, negli ultimi tempi, ma le ultime generazioni di alunni la ricordano con tanto affetto”.

La custode era un punto di riferimento importante per insegnanti e colleghi

“In suo onore abbiamo proposto anche una targa – continua l’insegnante – era sempre impegnata per il benessere della scuola, ma anche per le mamme e i nonni coinvolti nelle varie attività scolastiche, e voleva essere informata di ogni cosa: dalle iniziative ai lavori. Rosalba per tutti noi era un importante punto di riferimento, ci mancherà tantissimo”.