Campania, 3000 docenti assunti, a rischio scuole del casertano
Campania, 3000 docenti assunti, a rischio scuole del casertano

Periodo d’oro per i docenti del sud; in Campania saranno assunti ben 3000 insegnanti. Finalmente, è stato dato il via libera per 52000 assunzioni nella scuola italiana. Ieri sera è stata raggiunto uno storico accordo tra il Ministero dell’istruzione e quello dell’economia, riguardante la trasformazione di più di 15000 posti nell’organico di fatto, assegnato ogni anno a dei supplenti, che saranno ora coperti da docenti di ruolo, con tanto di contratto a tempo indeterminato. A questi è d’uopo aggiungere i quasi 21000 posti che saranno resi vacanti per pensionamento ed altri 16000 che risultano essere già liberi.

Scuola: buone notizie per i docenti in Campania

Buone notizie per la scuola in Campania. I docenti, costretti al ruolo di supplenti da anni oramai, possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. Sono previste, infatti, nuove 15100 stabilizzazioni a Settembre. E’ comunque un dato di fatto che, fino a poco tempo fa, la maggior parte dei posti liberi si trovavano più al Nord che al Sud. Non per niente, dopo l’attuazione della cosiddetta Buona Scuola, molti docenti sono stati costretti a trasferirsi dal Sud al Nord Italia. Tuttavia, quest’anno, le assunzioni in Campania nel Mezzogiorno si aggirerebbero dalle 3000 alle 3500. Tutti posti, questi, che saranno ricoperti con un contratto a tempo indeterminato.

Le dichiarazioni del Ministro Fedeli

Il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli ha lasciato alcune dichiarazioni circa le nuove assunzioni sul territorio italiano: ‘Le assunzioni proseguiranno -ha detto e continueremo ad operare trovando le condizioni per rendere l’insieme degli organici scolastici sempre più formati’. Fedeli ha continuato, spiegando che si sta lavorando, affinchè gli studenti, una volta iniziato l’anno scolastico, possano trovare tutti i professori in cattedra, a partire dal primo giorno di scuola.

Caserta: a rischio la chiusura di alcuni istituti

telegram-scuolainforma-336x280

Come è stato già affermato, la Campania potrà contare su nuove cattedre disponibili, più di 3000 secondo i calcoli. Tuttavia, una brutta notizia riguardante il Mezzogiorno, è la probabile chiusura di alcune scuole della provincia di Caserta, in quanto dichiarate inagibili. Tra gli istituti a rischio, figura anche il prestigioso Liceo Classico Agostino Nifo, sito a Sessa Aurunca. La storico edificio, fiore all’occhiello della città, è stato, negli ultimi tempi, foriero di grandi iniziative benefiche e culturali.
Fonti:
Il Mattino
Quotidiano.net