Scuola, organici 2017/18: la nota Miur, chiarimenti sui posti

Si è tenuto al Miur un secondo incontro di informativa sindacale in merito agli organici 2017/18 della scuola, a cui è seguita la nota ministeriale 21315, che trovate in fondo alla pagina. Dall’incontro sono emersi i contenuti dell’accordo che ha sbloccato l’emanazione sia della bozza di decreto interministeriale, con tabelle annesse sugli organici docenti per l’anno scolastico 2017/2018, sia della Circolare Ministeriale con le indicazioni operative agli USR. Come riporta la FLC CGIL, è stato chiarito che il grosso delle nuove assunzioni “è dato dalla sostituzione dei pensionamenti (circa 21.000) e dalla copertura dei posti già esistenti e disponibili in organico di diritto dell’anno in corso e su cui non sono state fatte le assunzioni lo scorso anno (circa 16.000). Per cui per quanto riguarda l’assunzione di questi circa 37.000 docenti (21.000+16.000), è evidente che la ripartizione territoriale è già determinata dai pensionamenti, da un lato, e dai posti residui dello scorso anno, dall’altro.

Nuovi posti disponibili: la FLC CGIL spiega

“Il dato nuovo sugli organici 2017/18 e le assunzioni riguarda, pertanto, solo una parte delle 52.000 assunzioni annunciate: 15.100 circa. Di questi 11.500 saranno stabilizzazioni su posti comuni/classi di concorso, licei musicali compresi e 3.600 per il sostegno. Il Miur ha inoltre confermato che è all’interno di questa quota di 15.100 posti che va ricavato il contingente per definire l’organico di diritto dei licei musicali (circa 2.200 posti) ed anche la quota di stabilizzazioni che riguarderanno il sostegno (3.600)…Sostanzialmente la quota di fatto autorizzata sin da ora per le varie regioni non è altro che la differenza tra il dato certificato nell’anno in corso (30.262), meno la quota di posti comuni che diventa organico di diritto (11.500), ovvero 18.762.

Potrebbe interessarti:  Scuola, mobilità docenti ultime notizie: avviso ufficiale Miur su pubblicazione movimenti

In conclusione, a livello nazionale, la dotazione complessiva di posti in organico di diritto che viene ripartita è data dalla somma delle “vecchia dotazione” pari a 601.126 posti, più la dotazione di posti per il potenziamento della legge 107/15, pari ad altri 48.812, più la quota aggiuntiva relativa alle stabilizzazioni e pari a 11.500 posti. Le due quote più consistenti sono state confermate nella stessa ripartizione dello scorso anno, tenendo conto che la legge 107/15 ha introdotto l’organico dell’autonomia stabile per un triennio, mentre solo la quota nuova dei 11.500 posti verrà ripartita tenendo conto solo in parte dell’andamento degli alunni, ma anche della presenza nei diversi territori delle graduatorie utili per l’assunzione dei docenti. Diversamente, è con la ripartizione della quota autorizzata sin da ora per l’organico di fatto (pari a soli 18.762 posti) che si terrà conto prevalentemente dell’andamento degli alunni anche per compensare, in parte, la sperequazione nell’attribuzione dei 11.500 posti.”

Nota Miur 21315, organici 2017/18 scuola

telegram-scuolainforma-336x280

Potete visualizzare o scaricare la nota Miur 21315 del 15 maggio da qui, che ha come oggetto “Dotazioni organiche del personale docente per l’anno scolastico 2017/2018 -Trasmissione schema di Decreto Interministeriale.”