Inps e Miur, pensioni scuola 2017: avviso n. 2033 e chiarimenti
Inps e Miur, pensioni scuola 2017: avviso n. 2033 e chiarimenti

Dopo un confronto col Miur, l’Inps ha provveduto ad emettere il messaggio numero 2033 datato 17 maggio, chiarendo alcuni aspetti delle pensioni scuola 2017. Il messaggio ha come oggetto: “Pensionamenti scuola 1° settembre 2017 – Indicazioni operative per la predisposizione delle posizioni assicurative“. A seguire la versione integrale.

Inps, assenze per malattia: nuova circolare, notizie 3 maggio 2017

Messaggio n. 2033 Inps su pensioni scuola 2017

“Come previsto con circolare INPS n. 5/2017, le pensioni del personale della Scuola con decorrenza 1° settembre 2017 saranno definite sulla base dei dati presenti sul conto assicurativo dell’iscritto. A seguito degli incontri avvenuti tra INPS e MIUR, è stata definita una specifica modalità operativa per i pensionamenti della scuola del corrente anno, che tiene conto sia delle esigenze manifestate dal MIUR, sia dell’obiettivo dell’Istituto di liquidare, comunque, i trattamenti pensionistici con le nuove modalità, tenendo in considerazione le informazioni presenti sul conto assicurativo, preventivamente sistemato, del dipendente della scuola.

telegram-scuolainforma-336x280

Per i suddetti pensionamenti (pensioni scuola, ndr), dell’ 1/9/2017, è stata, quindi, condivisa una soluzione intermedia, per l’attuazione della quale è stato realizzato da questo Istituto – Direzione Centrale Organizzazione e Sistemi informativi- un apposito intervento tecnico, preventivamente condiviso con il Dicastero interessato.

Pertanto, esclusivamente per il corrente anno 2017, il Ministero continuerà ad inviare i consueti flussi, che l’Istituto provvederà ad elaborare per alimentare le posizioni assicurative con le sole informazioni relative ai periodi riconosciuti con i provvedimenti cd. ante subentro. L’Istituto, per i provvedimenti di pensione del 2017, rispetto al flusso MIUR, accoglierà e alimenterà sulla Nuova Posizione Assicurativa unicamente i dati relativi ai seguenti servizi riconosciuti:

– Riscatti

– Computi

– Ricongiunzione art.2 L. 29/79

– Ricongiunzione L. 45/90

– Ricongiunzione art.6 legge 29/79

– Servizio Militare.

I servizi riconosciuti già presenti nella Banca Dati dell’Istituto (ante e post subentro, da pratica o da ricostruzione) non saranno sovrascritti dal flusso. Solo nel caso in cui il provvedimento indicato nel flusso MIUR riporti lo stesso numero di provvedimento di quello già presente nella base dati INPS (se definito da ricostruzione), quest’ultimo sarà sostituito con i dati comunicati con il nuovo flusso. A tal proposito, si rammenta che eventuali servizi riconosciuti a seguito di domanda successiva alla data di subentro (1/9/2000) sono già presenti nella base dati.

I dati del flusso come sopra specificati, alimenteranno la base dati della nuova Posizione Assicurativa ed eventuali anomalie rilevate saranno segnalate e rese consultabili agli operatori con la funzione di Nuova Passweb “Lista segnalazioni”. Con riguardo ai dati giuridici ed economici necessari per la liquidazione della pensione, si utilizzeranno quelli presenti sul conto assicurativo, alimentato dalle denunce mensili.

Le strutture territoriali che avessero completato, tramite l’applicativo Nuova Passweb, la sistemazione delle posizioni degli assicurati del comparto scuola che andranno in pensione con decorrenza 1/09/2017 avranno cura di comunicare tale circostanza entro il 18 maggio p.v., al fine di inibire il caricamento del flusso MIUR. La comunicazione dovrà essere effettuata per il tramite delle rispettive Direzioni regionali, al seguente indirizzo di posta elettronica: NormativaPosizioneAssicurativaGestionepubblica@inps.it.”

Per leggere il messaggio dal sito INPS, clicca qui.

Legge 104, vademecum INPS: intanto le scuole comunicano dati al Dipartimento della Funzione Pubblica