Ultime notizie scuola, sabato 20 maggio 2017: inserimento GI III fascia e TFA, nota e decreto Miur su nuove classi di concorso.

Il Ministero dell’Istruzione ha provveduto ad emettere una nota (la N. 5499 del 19 maggio) attraverso la quale si fa chiarezza in merito alla questione della domanda di inserimento nelle graduatorie di istituto di III fascia, questione controversa per via della revisione e l’aggiornamento della tipologia delle classi di concorso.

La nota ministeriale, in pratica, anticipa quanto è stato adottato con il Decreto Ministeriale N. 259 u.s. (attualmente in fase di registrazione presso gli organi competenti di controllo) ovvero la revisione e l’aggiornamento della tipologia delle classi di concorso per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado come previste dal decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 2016, n. 19, contenente disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento.

Ultime notizie scuola, sabato 20 maggio: nota Miur N. 5499 fa chiarezza sulla questione delle nuove cdc

Nel testo della nota si legge: ‘Poiché gli interventi correttivi in esso contenuti sono direttamente funzionali allo svolgimento di tutte le operazioni propedeutiche all’avvio del prossimo anno scolastico 2017/2018, si trasmettono le tabelle in allegato al decreto sopra indicato che individuano, altresì, la corrispondenza tra le discipline contenute nei quadri orari di cui ai DPR n. 89/2009, 87/2010, 88/2010 e 89/2010 e le classi di concorso di cui al previgente ordinamento ed al DPR n. 19/2016. Ciò proprio in considerazione della necessità di consentire nell’immediato la definizione dell’organico dell’autonomia e di assicurare conseguentemente l’ordinato svolgimento delle procedure di reclutamento del personale docente.’

Scuola, graduatorie istituto III fascia e TFA: può partecipare chi possiede titolo utile all’insegnamento

La nota Miur N. 5499 si conclude affermando ‘come coloro i quali, all’entrata in vigore del DPR n. 19/2016, siano in possesso di titoli di studio validi per l’accesso alle classi di concorso ai sensi del DM 39/98 e ss.mm.ii. e del DM 22/2005 e ss.mm.ii. possono partecipare alle prove di accesso ai percorsi di tirocinio formativo attivo di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 10 settembre 2010, n. 249 e presentare domanda di inserimento nelle graduatorie di Istituto per le corrispondenti nuove classi di concorso, come definite nelle tabelle A e B allegate al DPR n. 19/2016 e riviste dal D.M. n. 259/2017′.