Ape sociale: via libera alle domande di anticipo pensione

L’Ape sociale ottiene dal governo il via libera definitivo con la firma del decreto attuativo di Gentiloni. Per dar via alle domande per accedere all’Ape si attende solamente il passaggio definitivo della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Rispetto a quanto prevede la legge Fornero diventano due i canali di pensionamento aggiuntivi: uscire a 63 anni con 30 di contributi o 41 se precoci, ossia con almeno 12 mesi di lavoro effettivo prima del 19° anno di età. Per tutti questi soggetti non ci saranno più le penalizzazioni previste originariamente dalla legge Fornero grazie alle modifiche introdotte dalla legge di bilancio del 2017.

I tempi

Le istanze di accesso ai benefici dovranno essere prodotte all’Inps entro il prossimo 15 luglio 2017. La comunicazione di accettazione della domanda avverrà dopo tre mesi, entro il 15 ottobre. Questo per chi ha raggiunto i requisiti già da quest’anno. Chi li raggiungerà nel prossimo anno dovrà presentare la domanda entro marzo del 2018. Coloro che sono più vicini all’età della pensione di vecchiaia avranno la precedenza per ottenere l’assegno.

Requisiti

I disoccupati di 63 anni di età che non abbiano fruito negli ultimi tre mesi di ammortizzatori e abbiano lavorato nel pubblico o nel privato potranno avere l’anticipo. Analogamente potranno accedere all’Ape anche gli invalidi al 74% e i caregivers, ossia chi assiste il coniuge o il parente disabile. Il beneficio viene esteso anche a chi svolge mansioni particolarmente usuranti o rischiose. Nella scuola rientra in questa categoria il personale della scuola dell’infanzia.

Copertura

Di particolare interesse la questione della copertura del periodo di accertamento del possesso dei requisiti necessari per avere l’assegno. E’ stato previsto che durante la fase di indagine da parte dell’Inps intercorrente tra la presentazione della domanda a luglio e il riconoscimento del diritto a ottobre, il soggetto che chiede l’anticipo pensionistico avrà diritto anche agli arretrati maturati in questo periodo.