Concorso scuola 2018 per non abilitati: a quando il decreto Miur per i 24 CFU?
Concorso scuola 2018 per non abilitati: a quando il decreto Miur per i 24 CFU?

La riforma scolastica ha cambiato il reclutamento e la formazione della scuola secondaria, introducendo nuove regole anche per quanto riguarda l’accesso al concorso scuola 2018. Il decreto legislativo n. 59/2017, una delle famose deleghe alla legge n. 107/2015, prevede che per diventare docenti è necessario prendere la laurea, superare un concorso e superare il percorso FIT. Cosa occorre per partecipare al concorso? Oltre alla laurea, è previsto un altro requisito: possedere 24 crediti formativi. Però, manca ancora il decreto Miur che regola questa parte della legge.

Concorso scuola 2018: necessari 24 CFU

L’articolo 5 del decreto 59 spiega in merito al requisito per accedere al concorso scuola 2018: “24 crediti formativi universitari  o  accademici,  di  seguito denominati CFU/CFA, acquisiti  in  forma  curricolare,  aggiuntiva  o extra curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e  nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il  possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti  quattro ambiti  disciplinari:  pedagogia,  pedagogia  speciale  e   didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e  tecnologie didattiche.

Potrebbe interessarti:  Scuola, Vizzini (M5S): Bussetti ribadisca ruolo dei docenti e dirami circolare di comportamento

Si è in attesa che il Miur emani l’ apposito decreto per stabilire i dettagli, come i settori scientifico-disciplinari all’interno dei quali vanno acquisiti, gli obiettivi formativi; le modalità’ organizzative, gli eventuali costi, gli effetti sulla durata del piano di studi curricolare. Visto che il concorso si terrà il prossimo anno, la deputata Manuela Ghizzoni (PD) ha presentato un’interrogazione alla Ministra Fedeli per capire quando uscirà il decreto. Il ministro ha risposto che il decreto arriverà presto.

telegram-scuolainforma-336x280

Scuola, classi di concorso: nota Miur su novità per accesso a graduatorie e concorsi