Università, Medicina: UDU 'Numero chiuso va superato per davvero, no a misure propaganda del Governo'
Università, Medicina: UDU 'Numero chiuso va superato per davvero, no a misure propaganda del Governo'

La scuola fa notizia‘, un’iniziativa rivolta ai giovani, una realtà con e per gli studenti. I membri di tale progetto hanno avuto l’onore, ieri 31 Maggio, di partecipare al consiglio comunale di Napoli, in via Verdi. C’è stata la presenza degli studenti provenienti dai seguenti istituti: il Quinto Orazio Flacco di Portici, il liceo Giambattista Vico di Napoli e l’Isis Guido Tassinari di Pozzuoli.

Napoli: un incontro per e sulla scuola

L’incontro a Napoli tra studenti, presidi, giornalisti ed amministratori comunali del seguente tema: ‘La scuola e gli strumenti di informazione‘. Riguardo all’organizzazione di tale evento, non possiamo non menzionare l’operato dell’Agenzia Dire e del noto sito web Diregiovani.it. Sul portale in questione, gli studenti di tutte le scuole italiane possono pubblicare articoli inerenti al mondo con cui interagiscono.

All’incontro, diversi nomi importanti della politica napoletana

Gli studenti delle tre scuole napoletane sono stati accolti da diversi importanti nomi della politica locale, tra cui: Luigi Felaco (presidente della Commissione permanente Scuola e Istruzione del comune di Napoli), Annamaria Palmieri (assessore Scuola e istruzione del comune di Napoli) e Laura Marmorale (assessore a Welfare e Scuola della III Municipalità del comune di Npoli). Presenti anche diversi giornalisti e membri di Diregiovani.it e dell’agenzia Dire.

Potrebbe interessarti:  Faenza, il gesto della classe per la compagna: ministro Bussetti 'Sono fiero di voi'

‘La scuola fa notizia’: contro la cosiddetta ‘informazione ingessata’

La scuola fa notizia‘ è un’importante universo a tema giovani, in cui i ragazzi possono dire la loro riguardo al mondo che li circonda. Sono numerosi gli argomenti che gli studenti possono affrontare, tra cui: tecnologie, social network ed informazione a 360 gradi. Il progetto in questione vuole combattere la cosiddetta ‘informazione ingessata‘, in cui il pubblico si trova ad essere un mero spettatore passivo.

L’impressione di Luigi Felaco

Secondo Luigi Felaco, un’incontro come quello del 31 Maggio è sicuramente un modo per far crescere nei ragazzi uno spirito critico e maturo, in maniera che gli studenti non vivano il mondo della scuola passivamente. Lodando il progetto ‘La scuola fa notizia‘, Felaco ha aggiunto, che tramite simili realtà, gli stessi studenti possono interagire con il mondo dell’informazione, creando o rielaborando notizie che vengono loro fornite.
Fonte:
Diregiovani.it